Lifestyle

Detersivo ecologico ed economico fatto in casa

Esistono tantissimi motivi per i quali converrebbe fare in casa il detersivo: il primo riguarda senza ombra di dubbio il fattore economico, poi perché è sicuro e infine perché è ecologico.

Il rispetto dell’ambiente è oggigiorno una cosa fondamentale, peccato però che non tutti provino a mettere su delle tecniche che vadano in un certo senso a migliorare le condizioni (già di per sé disastrate) ambientali del nostro Paese.

Se siete giunti su questo articolo è perché quasi sicuramente non fate parte di questa categoria di persona e siete dunque in cerca di qualcosa di economico ed ecologico che vi aiuti a mantenere pulita la vostra casa e non solo.

 

Ricette detersivi fai da te per…

1. Vetri

Ingredienti

  • 100 ml di alcool bianco per liquori a 95°;
  • 400 ml di acqua distillata;
  • 8-10 gocce di detersivo per piatti biologico;
  • Qualche goccia di olio essenziale a scelta.

Preparazione

Diluire l’alcool con il detersivo per piatti biologico e con l’olio essenziale. Aggiungere l’acqua distillata e mescolare. Versare in uno spruzzino ed utilizzarlo normalmente.

In alternativa potete anche utilizzare mezzo litro d’acqua e 48 grammi di bicarbonato di sodio, mescolare fino a quando non ci saranno grumi e utilizzarlo.

2. Pavimenti

Ingredienti

  • 3 litri di acqua;
  • 3 cucchiai di bicarbonato;
  • 10 cucchiai di alcool denaturato;
  • 1 goccia di sapone liquido (o 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia in scaglie).

Preparazione

Versare in un recipiente l’acqua e scioglierci dentro il bicarbonato. Aggiungere l’alcool e poi il sapone di Marsiglia. Mescolare il tutto e immergerci dentro un panno in microfibra. Strizzarlo e passarlo sul pavimento.

Potete in alternativo sostituire il bicarbonato con l’aceto di vino bianco ed ottenere così un’altra ricetta per la pulizia dei vostri pavimenti.

3. Cucina

Ingredienti

  • ¾ di acqua;
  • ¼ di aceto.

Preparazione

Mescolate acqua ed aceto ed utilizzate quello che ottenete per pulire i mobili in legno della vostra cucina.

Per la pulizia dell’acciaio inox, prendete metà limone e versateci sopra del sale. Strofinate poi le superfici che volete rendere lucide e brillanti.

Per il forno, invece, prendete un panno e immergetelo in acqua e bicarbonato di sodio. Strizzate per bene e passate alla pulizia vera e propria dell’elettrodomestico.

4. Bagno

Ingredienti

  • Aceto;
  • Acqua calda

Preparazione

Mescolando l’aceto all’acqua calda, potrete pulire efficacemente le piastrelle.

Per pulire il water non dovrete fare altro che far bollire l’acqua e aggiungerci successivamente il limone (o anche l’aceto). Intingeteci dentro lo scopino del water e andate a pulire a fondo. Potete utilizzare in alternativa anche soltanto il bicarbonato di sodio: vi basterà versarlo direttamente sullo scopino e andare poi a igienizzare.

Per il calcare, invece, potete utilizzare l’aceto: andrà a rimuovere le incrostazioni sia sui lavandini che sulle rubinetterie.

5. Piatti

Ingredienti

  • 40% Limone;
  • 10% Aceto bianco;
  • Un pizzico di sale,
  • 40% Acqua

Preparazione

La preparazione è semplicissima: basterà, infatti, frullare tutti gli ingredienti e bollire il tutto per circa 12 minuti, fino a quando cioè non si addensa. Fatto ciò, basterà semplicemente utilizzarlo.

6. Lavatrice

Ingredienti

  • 2 tazze d’acqua;
  • 1 tazza di sapone di Marsiglia (o in scaglie o grattugiato).

Preparazione

La prima cosa da fare sarà riscaldare l’acqua in una pentola fino a quando non comincerà a bollire. Aggiungete poi il sapone e mescolate, sempre tenendo la pentola su una fiamma bassa, per circa 10-12 minuti.

Attendete che si raffreddi ed è fatta. Potrete utilizzare la miscela per sbiancare e lavare il vostro bucato, proprio come facevano le vostre e le nostre nonne!

detersivo fatto in casa

Un’idea che fa bene all’ambiente, alla salute e…alle nostre tasche!

Vorremmo concludere l’articolo di oggi facendo un piccolo riepilogo dei motivi per i quali converrebbe fare in casa il detersivo:

  1. Innanzitutto perché non contiene agenti chimici e nocivi per la salute;
  2. Non crea allergie alla pelle;
  3. Si evita in questo modo di andare a sprecare flaconi di plastica, dando così una mano all’ambiente.
  4. E poi perché…si risparmia!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*