Lifestyle

FACTORY OUTLET SPACCIO COTONIFICIO ALBINI: THOMAS MASON, ANDERSON, ALBIATE 1810

Tessuti di primissima qualità nel factory outlet di una delle aziende più conosciute all'estero per tessuti e camicie sartoriali. Ottimi sconti e offerte.

Tessuti di primissima qualità nel factory outlet di una delle aziende più conosciute all’estero per tessuti e camicie sartoriali. Ottimi sconti e offerte.

albini cotonificio outlet spaccio

Un vero factory outlet, spaccio aziendale, con sconti importanti sulle produzioni Cotonificio Albini. L’azienda ha quattro brand: Cotonificio Albini, Thomas Mason, David & John Anderson, Albiate 1810.  Offrono oltre 20.000 varianti di tessuti, in grado di soddisfare i clienti più esigenti, in oltre 80 Paesi nel mondo, e tutti gli stili, dallo sportivo a quello più classico, Gruppo Albini recita un ruolo da assoluto protagonista sui mercati internazionali. Forse è molto più conosciuto all’estero che in Italia, un peccato data l’alta qualità della produzione.
Nello spaccio aziendale si trovano tessuti per camice, a metraggio oppure in scampoli con vendita al chilo. I prezzi dei tessuti per camicie vanno dai 12 euro ai 22 euro al chilo. Strepitosa l’offerta per le camicie di seconda scelta, con piccolissimi difetti in zone poco visibili: 1 camicia 20 euro, 4 camicie 60 euro.
Si trovano tessuti e capi di altri brand internazionali per cui lavora il cotonificio: Arthur & Fox, Daniels & Korff, Brooksfield e Crawford.
Accettano bancomat e le maggiori carte di credito.

INDIRIZZO
Punto vendita Cotonificio Albini

Via Partigiani – 24021 Albino, BG
Orari di apertura:
Da lunedì a venerdì 9.30-12.30 ; 15.00-19.00
Sabato 9.30-12.30 ; 14.30-19.00
Domenica chiuso
Telefono: 035-7757993

> Marco Caironi (231 Articoli)
Giramondo per scelta e per lavoro, si diverte a scovare nuovi outlet che testa in anteprima per Noirisparmiamo. La moda per lui non ha nessun segreto, che sia la prossima sfilata o l'ultimo revival vintage, trova sempre il modo o il posto dove pagare meno della metà. Ama cambiare spesso, sostiene che non si hanno mai abbastanza scarpe e occhiali da sole e che il suo cane Bal (diminutivo di Balenciaga) lo obbliga a fermarsi ad ogni negozio.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*