Lifestyle

COME RISPARMIARE COMPRANDO UN’AUTO USATA ONLINE

Conviene di più comprare un’auto nuova o orientarsi sulle proposte di seconda mano? 10 consigli per spendere meno

Conviene di più comprare un’auto nuova o orientarsi sulle proposte di seconda mano? 10 consigli per spendere meno

auto usate online

A giudicare dalle pubblicità acquistare un’auto nuova sembra essere un affare. Questo almeno è il messaggio che, il Governo da un lato con l’ammortamento nella manovra di stabilità 2016 e le case automobilistiche dall’altro, cercano di far passare.

Gli spot delle ditte produttrici sono ricchi di promozioni: motore diesel al prezzo del benzina, 5 porte anziché 3 allo stesso costo, sconti sul prezzo di listino, pagamenti rateizzati, acquisto a interessi zero, ecc.

Renault, Peugeot, Dacia, Toyota e tante altre offrono sconti rottamazione per l’acquisto di nuovi modelli se si sottoscrive un finanziamento. Molte anche le agevolazioni statali tra ecoincentivi per l’acquisto di veicoli elettrici, a GPL o metano e nessuna tassa di proprietà sulle auto ibride per cinque anni.

Ma è davvero così conveniente acquistare un’auto nuova?

Auto nuova: ecco i costi

In generale il prezzo pubblicizzato è sempre abbastanza distante dalla realtà, poiché gonfiato da servizi aggiuntivi come l’estensione di garanzia e l’assistenza che aumentano il prezzo finale del preventivo.

Attenzione anche alle mini rate: la proposta può essere accattivante ma bisogna tener conto della maxi rata finale.

Per risparmiare ci si può orientare all’acquisto di una vettura a “km zero”, ossia un’auto formalmente usata ma di fatto nuova, perché ha percorso pochi se non zero km.

In questo caso lo sconto rispetto ad un modello nuovo può superare il 20% del costo totale. E’ probabilmente per questo motivo che il fenomeno raggiunge una quota di mercato di circa l’11%.

La vera occasione di risparmio è offerta dal mercato delle auto usate, in particolare online. Nella ricerca è quindi utile valutare anche un buon usato. Una vettura in buone condizioni può essere la soluzione ideale e l’acquisto è protetto da garanzia legale di conformità per almeno 12 mesi (se l’auto è acquistata in concessionaria).

10 consigli per risparmiare

1 Sfruttare internet

Online l’offerta è illimitata, centinaia di marche e modelli a portata di click.

I siti aiutano a risparmiare tempo: invece di passare interi pomeriggi girando tra per concessionarie, fare una ricerca sui portali di annunci di auto usate e nuove permette di confrontare contemporaneamente più auto. Oltre ciò su internet si risparmia sul prezzo, trovando le occasioni e i prezzi più economici.

La ricerca sui siti di compravendita auto può essere fatta filtrando i risultati secondo criteri specifici (chilometri, prezzo, marca, località, ecc), per una scelta facile e veloce.

2 Scegliere un’auto usata

In tempo di crisi il mercato dell’usato può essere l’ancora di salvezza. Il prezzo delle auto usate è minore perché si risparmia sui costi di distribuzione e iva, che pesano invece sui modelli nuovi.

In questo canale è poi possibile contrattare con il privato o la concessionaria, per ottenere uno sconto maggiore e fare l’affare.

3 Ampliare gli orizzonti

Nella ricerca dell’auto ideale è bene non limitare il raggio d’azione alla sola località di residenza. Una dritta ulteriore per risparmiare può essere valutare anche concessionari fuori regione, reperibili online. Infatti, in alcune zone il modello scelto può essere meno richiesto e quindi essere proposto a un prezzo più conveniente.

4 Niente fretta

Le promozioni sulle auto sono spesso soggette a disponibilità limitata.

Per questo si rischia di farsi prendere dalla fretta, sostenuti da prezzi allettanti.

In realtà le offerte vengono riproposte periodicamente o sostituite con altre simili. Quindi non c’è bisogno di accelerare i tempi ma si può decidere con calma.

5 Occhio ai pagamenti

Nella gestione del pagamento è preferibile una rata mensile più alta per avere un saldo finale inferiore alla stima del valore restante dell’auto. In questo modo, in caso si fosse in difficoltà economiche, restituendo l’auto si potrebbe chiudere il prestito senza troppe complicazioni.

6 Costi nascosti delle “km zero”

Acquistare un’auto a chilometri zero può far risparmiare. In caso si scelga questa opzione bisogna però ricordarsi che al prezzo vanno sommati i costi del passaggio di proprietà. Questa aggiunta potrebbe in parte ridurre la convenienza.

7 Eliminare il superfluo

Se si cerca il modo per risparmiare è chiaro che vanno banditi optionals e costosi servizi aggiuntivi.

Spesso i concessionari tendono ad includere kit di accessori a prezzi promozionali perché è qui che risiede il loro margine di guadagno. Ad esempio, la verniciatura metallizzata può costare 500 euro su un’auto piccola. Meglio restare su un sobrio bianco.

8 Confrontare più preventivi

Il costo dipende anche da dove si sceglie di effettuare l’acquisto. Due auto uguali possono avere prezzi diversi. Di norma una concessionaria più grande, con margini superiori, può applicare sconti maggiori). Dunque richiedere preventivi a concessionarie diverse può essere una mossa vincente.

9 Alimentazione light

Tra le valutazioni da fare nella scelta tra differenti modelli si tenga presente che a parità di prezzo è vincente puntare sulle alimentazioni alternative: un’auto a gas permette di risparmiare.

L’alimentazione a benzina, diesel, GPL o metano è un fattore importante sia in termini di prestazioni che di costi di gestione.

10 Caro assicurazione

Una delle voci che incide maggiormente sui costi di mantenimento dell’auto è quella relativa alla copertura assicurativa. Ne abbiamo già parlato con le guide sulle assicurazioni auto e famiglia. In alcune città, complice il malcostume dei falsi incidenti per truffare le compagnie assicurative, le quote richieste raggiungono cifre insostenibili.

Non tutte le società però operano allo stesso modo, pertanto per garantirsi il risparmio vale sempre la stessa regola: confrontare le tariffe delle diverse compagnie assicurative.

Dunque dal web arrivano tanti validi strumenti di risparmio, utili a patto che non si dimentichino alcune accortezze per rendere sicura la compravendita: in primis incontrare di persona il venditore ed evitare pagamenti anticipati.

 

 

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*