Lifestyle

Come avere gratis un immobile di Trenitalia

Come ottenere una delle stazioni in disuso con il piano superiore già adibito ad appartamenti, in tutto 1700 immobili che Trenitalia cede in comodato d'uso gratuito ad associazioni e comuni, per fini sociali.

Come ottenere una delle stazioni in disuso con il piano superiore già adibito ad appartamenti, in tutto 1700 immobili che Trenitalia cede in comodato d’uso gratuito ad associazioni e comuni, per fini sociali.

stazione ferroviaria in disuso

Nell’elenco fornito dalla direzione di Trenitalia ci sono nomi di località illustri: Assisi, Bodeno, Roma… Un patrimonio di ex stazioni ferroviarie, spesso con un’architettura interessante e testimone di epoche. Non sono rare tra queste i piccoli gioielli liberty o stazioni costruite per essere prima di tutto la casa della famiglia del capostazione. Una delle peculiarità più interessanti di queste stazioni è infatti il piano superiore, quasi sempre adibito a uno o due appartamenti per le famiglie dei ferrovieri. Appartamenti che fino agli anni ’80 erano pienamente funzionanti e che in molti casi possono essere ristrutturati con poco.

Attualmente sono circa 1.700 le stazioni abbandonate della Rete Ferroviaria Italiana che il Gruppo FS Italiane sta concedendo tramite contratti di comodato d’uso gratuito alle associazioni e ai comuni affinché siano avviati progetti sociali che abbiano ricadute positive sul territorio e per la qualità dei servizi offerti nelle stesse stazioni. Fanno parte di questi progetti anche case famiglia, sedi di volontariato, accoglienza per donne maltrattate e laboratori solidali.
Di queste, circa 345 stazioni, corrispondenti ad una superficie di oltre 63.683 mq già sono state assegnate. Un numero veramente piccolo rispetto alla gratuità dell’immobile e a un patrimonio di ben 1700 immobili da assegnare.

E’ stato inoltre avviato un nuovo progetto di riqualificazione per il riuso sociale ambientale degli spazi grazie alla sottoscrizione di Protocolli d’Intesa con la Regione Toscana, Legambiente, AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), CSVnet (Centri di Servizi per il Volontariato) e Legacoop Sociali. Un esempio importante e recente di progetto di riqualificazione del patrimonio è stata la trasformazione di parte della stazione di Ronciglione in casa di accoglienza per famiglie con bambini affetti da malattie oncologiche. La stazione è stata ceduta in comodato d’uso gratuito per sei anni, ora è del tutto trasformata e gestita dall’ associazione Cuore di Mamma.

Fanno parte del Patrimonio FS anche 3.000 km di linee ferroviarie dismesse, di cui 325 km sono stati destinati a greenwayspiste ciclabili e percorsi verdi accessibil a tutti, riservati alla mobilità dolce. Il Gruppo vuole infatti definire un Piano Nazionale di Greenways, seguendo l’esempio di altre nazioni europee, come la Spagna, con il coinvolgimento delle Istituzioni, in particolare del Ministero dell’Ambiente, delle Regioni, degli Enti Locali e delle principali Associazioni ambientaliste.

Chi è interessato può scaricare qui la documentazione per inoltrare la richiesta:

Un esempio di progetto, il sistema Greenways per il riutilizzo delle strade a rotaia dismesse:
Le assegnazioni già avvenute e i relativi progetti:
> Federico Rossi (156 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*