Lifestyle

Come fare le bambole scolpite ad ago soft dolls

Rossella Usai, famosa doll maker italiana, ci racconta come ha cominciato e come coltivare quest'arte riutilizzando anche quello che offre... il baule della nonna!

Iscriviti al mio canale Youtube

Rossella Usai, famosa doll maker italiana, ci racconta come ha cominciato e come coltivare quest’arte riutilizzando anche quello che offre… il baule della nonna!

Rossella Usai bambole soft dolls noirisparmiamo.com

Rossella Usai, maestra di doll making, autrice di diversi volumi su quest’arte e creatrice di numerosi cartamodelli, ci racconta come A? nata la sua passione e come chiunque puA? cominciare a creare queste dolci bambole. Per molti A? un hobby ma per Rossella A? diventata una professione, coltivata in tanti anni di creazioni, mostre e fiere dove i suoi clienti si affollano ad ammirare le novitA� come i pezzi piA? classici. Con la stessa competenza e gentilezza con cui tiene corsi dal vivo, ha risposto alle nostre domande su come cominciare a scolpire ad ago a casa propria.

Ciao Rossella, grazie della tua disponibilitA�! Come A? nata la tua passione per le bambole scolpite ad ago?A�

Sono figlia di due genitori meravigliosi, che purtroppo ho giA� perso.A�Mia madre A? stata la nascita diA�ogni mio sogno, di ogni realtA� diventata fiaba. Pertanto quando per la prima volta presi l’ago in mano, pur nel suoA�stupore, dato che non sapevo cucire neppure un bottone, ha sempre creduto in me, fino alla fine. Adorava le mie bambole. Le ha viste nascere, crescere, diventare bambole veramente “vive”. Le prendeva inA�braccio quando veniva in negozio, le ammirava e mi guardava. Io non ho mai creduto in me, nA� in nessuna delle mieA�idee, nA� in mie eventuali facoltA�, lei ha sempre creato la mia personalitA�, giorno dopo giorno. Lei ha svegliato inA�me energie, sogno, fantasie, A? indescrivibile cosa A? riuscita a tirare fuori da me. Ogni mia riuscita lavorativa,A�ogni mia soddisfazione la devo a lei. Mi ha sempre spronato ad andare avanti, difficoltA� o no, mi faceva vedereA�sempre la prospettiva migliore… In tali circostanze, la mia fantasia A? stata dal 1995 al 2002 fertile di idee,A�indescrivibilmente.
Vorrei farvi partecipi di questi sogni che tramite l’amore diA�mia madre ho trasformato in realtA�, vorrei condividere con voi emozioni e l’amore di creare con le mani, da sA?, ciA?A�che si vuole, pare una magia!!
Devo ringraziare anche i miei figli SaraA� e Simone che mi hanno sempre consigliata sulla scelta degli abiti per le bambole e gli stili. Sono in pratica sempre stati i miei “Stilisti”.

Molti lettori si chiedono se ci voglia tanta pratica prima di riuscire a creare una bambola scolpita ad ago o dopo qualche lezione si riesce giA� a realizzarne una semplice?
E’ tutta una questione di pratica e di passione. Ho iniziato a creare questo tipo di bambole ma in simultanea ho anche iniziato ad insegnare tramite corsi, video corsi e ora con i miei 4 Tutorial/Scuola di Specializzazione. Si parte da una bambola di difficoltA� media, fino ad arrivare a quella professionale. E’ tutta scolpita, mani, piedi, visino, ombelico e persino il sederino. A�Sono morbide adatte a chi ama Collezionare, ma anche all’arredamendo ed al gioco.

I materiali sono facili da trovare, si possono utilizzare anche materiali riciclati?
Non si possono utilizzare materiali riciclati per quanto riguarda il corpo, gli occhi, le eventuali ciglia, la parrucca, mentre per l’abito la fantasia puA? veramente sbizzarrirsi.

E’ un hobby costoso?
Non particolarmente. Per i capelli spesso uso la lana, per gli occhi il panno lenci, per l’imbottitura quella semplice e morbida da cuscini. Per il ricamo del volto il moulinA�. Poi c’A? da comprare la stoffa ma comunque al metro non costa molto e come dicevo si possono utilizzare anche tessuti riciclati da vecchi vestiti o acquistati come tagli di rimanenza (tutti i negozi di stoffe hanno uno o piA? cesti con la svendita dei tagli di rimanenza).

Cosa richiedono maggiormente i tuoi clienti, quali sono le creazioni che piacciono di piA??
La bambola tutta scolpita va per la maggiore, ma anche i teneri bebA? realizzati con tecniche molto piA? semplici, adatte anche ad una principiante.

Hai realizzato anche dei video tutorial che condividi dal tuo sito Dal baule della nonna. Da quale potrebbe cominciare chi vuole provare questa tecnica?
Consiglio di vederli tutti. Sono tratti dai miei video corsi che spedivo in tutta Italia dal 1995 al 2001. Ora sono sostituiti dai Tutorial/Scuola ma nel Sito si puA? anche iniziare da una bambola semplice e Country come Margarita di cui si puA? acquistare il singolo cartamodello con relative istruzioni. Ogni cartamodello ha un costo molto accessibile.
A�

 

rossella usai dollmaking noirisparmiamo.comRossella Usai ha iniziato nel 1995 a proporre le sue bambole scolpite ad ago, con riunioni presso privati, da cui poi A? nata la��Associazione Culturale a�?La baia delle favolea�? con cui lei e altre artiste girarono mercatini e fiere. Nello stesso periodo iniziA?A�a tenere i corsi per confezionare le bambole scolpite ad ago.
Ha realizzato una��intera collezione di bambole di stoffa, la a�?Baby Lifea�?, circa 40 pezzi. E’ conosciuta fin dagli anni precedenti ad internet per le videocassette in cui insegnava a realizzare le soft dolls e che venivano distribuiti per posta.
Hanno parlato di lei molte testate tra cui Il Tirreno, Millionaire, Tutto Uncinetto & Maglia ed A? stata ospite piA? volte in tv a presentare la tecnica americana della scultura ad ago.
Nel 2000 ha pubblicato il primo libro,A�a�?Bambole di stoffa scolpite ad agoa�? Edizioni a�?I sogni nel cassettoa�?.
Da anni porta avanti il sito “Dal baule della nonna” a cui ora si A? aggiunta la Scuola di Cucito Creativo a cui puA? accedere chiunque online, gratuitamente. Un progetto fatto per condividere la passione per questa tecnica.

 

 

 

> Michela Beretta (59 Articoli)
Michela Beretta. Nata a Bergamo, si trasferisce a Milano per conseguire una laurea in Lettere e un master in giornalismo, ma dopo una decina d’anni nella metropoli e nelle redazioni milanesi, decide di tornare nel suo piccolo paesino in Val Brembana. Coniuga l’attività di giornalista libero professionista con la passione per la pittura, il cucito creativo e l'arredamento d'interni … in particolare ecologico! Ricicla di tutto e recupera vecchi oggetti per sé e per le amiche, divertendosi a reinventarne gli usi e le collocazioni. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi con il cavalletto sempre in spalla, fermandosi qui e là per dipingere le sue valli. Vive in una piccola casa di pietra e legno con il marito e due pestiferi barboncini meticci, Nerone e Caligola. Collabora con la redazione di NoiRisparmiamo curando gli articoli dedicati all'home design e alle novità eco per la casa.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*