Lifestyle

Quali documenti servono per ottenere un prestito?

Per ottenere un prestito è necessaria una serie di documenti che servono a identificare il cliente e attestare la condizione lavorativa e i redditi.

Per ottenere un prestito è necessaria una serie di documenti che servono a identificare il cliente e attestare la condizione lavorativa e i redditi.

documenti noirisparmiamo.com

Per ottenere un prestito è necessaria una serie di documenti che servono a identificare il cliente e attestare la condizione lavorativa e i redditi. La documentazione può cambiare in base al tipo di prestito richiesto e alle valutazioni che decide di fare l’istituto bancario o la finanziaria.

Ci sono però dei documenti che richiedono tutti al momento della verifica di solvibilità, ovvero quando bisogna andare a controllare se sarete in grado di pagare un prestito o no.

Qualunque sia la tipologia di prestito, per le norme anti-riciclaggio, è sempre richiesta la completa documentazione fiscale che comprende :
– carta di identità valida
– codice fiscale
– ultima dichiarazione dei redditi (alcuni istituti chiedono le ultime due) per i lavoratori autonomi
– ultime due buste paga e CUD per i dipendenti
– modello Obis M per i pensionati
– documenti di altri prestiti in corso (mutui, acquisti rateali, prestiti ancora in corso di pagamento)

Per ottenere un prestito personale, la documentazione cambia in funzione della condizione lavorativa del cliente. I lavoratori dipendenti devono presentare l’ultima busta paga o le ultime due e il Cud. Ai lavoratori autonomi è richiesta l’ultima dichiarazione dei redditi (730 oppure Modello Unico); mentre i pensionati devono produrre l’ultimo cedolino oppure, se si è pensionati Inps, il modello Obis M, certificato che riporta tutte le informazioni relative alla tipologia di pensione.
Tutti devono inoltre presentare copia di eventuali altri finanziamenti in corso. In qualche caso, sono anche richieste le copie delle ultime bollette (luce, acqua e gas) regolarmente pagate.

Se si sceglie un prestito finalizzato, cioè relativo allo specifico acquisto di un bene o di un servizio, oltre ai documenti personali e reddituali, bisogna presentare un preventivo della spesa da sostenere che ne attesti la finalità.

Cessione del quinto: ne abbiamo già parlato e vi invitiamo, prima di pensare a questo tipo di finanziamento, di leggere la guida alla cessione del quinto di Noirisparmiamo, perché è un tipo di finanziamento estremamente vincolante e può nascondere molte insidie. Per ottenere questo genere di prestito servono, oltre alla documentazione fiscale e reddituale già elencate sopra, anche la dichiarazione della quota cedibile (da richiedere al proprio istituto di previdenza) e il certificato di stipendio, rilasciato dal datore di lavoro, documento che contiene tutte le informazioni relative all’assunzione (anzianità, Tfr, paga mensile).

> Federico Rossi (156 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*