Lifestyle

PULITORE MOBILI FAI DA TE

Iscriviti al mio canale Youtube

Come pulire e lucidare un mobile senza usare prodotti chimici? Semplicissimo e, anche in questo caso, la soluzione A? al risparmio oltre che all'ecologia! Si aggiunge oggi alla nostra lista di detersivi fai-da-te anche il pulitore per mobili in legno.Ai?? Realizzarlo A? davvero semplice e se ne puA? fare un bel po' da conservare in uno spruzzino, da utilizzare all'occorrenza. Basta quindi con costosissime cere d'api e spray inquinanti! Basta davvero poco: olio d'oliva, succo di limone e uno spruzzino, magari riciclato. Il succo di limone aiuta a pulire e a evitare l'elettricitAi?? statica, mentre l'olio nutre il legno e previene crepe e danni da secchezza eccessiva. Inoltre lascia un ottimo profumo! Vediamo di seguito il procedimento illustrato:

pulizia, ecologia, fai da te, diy, mobili, tea tree oil


Ai??1. Spremere e filtrare il succo di un limone. Non utilizzare il succo di limone in commercio perchAi?? oltre ad essere un prodotto pessimo, contiene anche coloranti e conservanti che possono danneggiare i mobili.

2. Aggiungere il succo del limone a 200 ml di olio di oliva

3. Mischiare bene e travasare in un flacone munito di spray. E’ possibile anche versare tutto nello spray e poi agitare il flacone per 2 minuti.

4. spruzzare su un panno di spugna di cotone o microfibra e utilizzare per lucidare il mobile.

Attenzione: se il mobile A? particolarmente delicato fare prima una prova su un punto non visibile. Se il mobile A? molto impolverato, passare prima uno straccio antistatico per asportare la polvere e procedere poi alla pulizia. NON utilizzare gli oli al limone in commercio, possono contenere alcool e altri conservanti che danneggerebbero i mobili. NON utilizzare succo di limone in vendita, contiene conservanti e coloranti.

2 Commenti su PULITORE MOBILI FAI DA TE

  1. Qual’è la durata del prodotto?

  2. Redazione NoiRisparmiamo // Ottobre 8, 2011 a 3:28 pm // Rispondi

    Un paio di mesi Laura, per sicurezza per le prime volte tienilo in frigo e toglilo una/due ore prima di usarlo 🙂 Poi giudica dal tipo di clima in cui sei, se si può tenerlo anche fuori. Nelle regioni del nord Italia dura un paio di mesi, ma meglio farne poco e rinnovarlo man mano 🙂

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*