Lifestyle

PULIRE A SECCO SENZA LA TINTORIA

Ecco un altro bel capitolo delle nostre guide su come risparmiare in casa! Come si fa a risparmiare sulla tintoria? I prezzi delle tintorie hanno ormai raggiunto livelli altissimi, tanto che spesso ci si chiede se non valga la pena di comprare cose nuove piuttosto che fare tre passaggi delle vecchie in lavanderia. Ma il lavoro della tintoria si può fare da soli in casa, limitando anche l'inquinamento! I solventi chimici delle tintorie, infatti, utilizzati per il lavaggio in blocco di tanti capi, hanno costi altissimi per l'ambiente. Inoltre lo sporco normale, ovvero polvere e sudore, non viene mai rimosso completamente dagli abiti con la pulitura a secco della tintoria e continua ad accumularsi. Da soli possiamo fare molto meglio! Ecco come fare da soli la pulizia a secco in casa, ovvero come fare la pulizia a secco degli abiti senza ricorrere alla tintoria: 

 

Materiali:

  • un lenzuolo vecchio. deve essere grande abbastanza da coprire, piegato in quattro, il tavolo di lavoro
  • stracci bianchi di cotone
  • ciotola di plastica o metallo
  • spazzola da abiti con setole semirigide
  • acqua
  • aceto bianco
  • un po’ di talco o amido di riso
  • alcool o trementina
Procedimento: 
Stendere il capo da pulire sul tavolo coperto con il lenzuolo piegato e analizzare eventuali macchie. Le macchie di unto si tolgono strofinando il tessuto con uno straccio bianco sul quale avrete messo alcool o trementina. Se usate la trementina (sconsigliato) verificare prima la resistenza del capo testandola su una zona non visibile. Spolverare del talco sulla macchia e lasciare asciugare completamente prima di rimuovere talco e sporco con la spazzola.
Per lo sporco normale, mettere nella ciotola mezzo litro di acqua e tre cucchiai di aceto bianco. Intingere uno straccio bianco pulito, strizzare bene e strofinare il capo dal dritto, insistendo sulle zone più sporche. Sostituire lo straccio man mano che si sporca.
Gli aloni scuri dei colli possono richiedere un doppio trattamento, prima con la fase alcool/trementina e poi con la fase di pulitura normale.
Al termine, appendere il capo stendendolo e stirandolo con le mani, metterlo ad asciugare all’aperto.
Procedere alla stiratura eventuale solo quando il capo è completamente asciutto. I capi che vanno lavati a secco si stirano facilmente con il getto di vapore, tenendoli appesi, senza appoggiare il ferro al capo. Subito dopo aver usato il getto di vapore, si mettono in forma a mano, tirandoli leggermente per stendere il tessuto.

 

> Michela Beretta (59 Articoli)
Michela Beretta. Nata a Bergamo, si trasferisce a Milano per conseguire una laurea in Lettere e un master in giornalismo, ma dopo una decina d’anni nella metropoli e nelle redazioni milanesi, decide di tornare nel suo piccolo paesino in Val Brembana. Coniuga l’attività di giornalista libero professionista con la passione per la pittura, il cucito creativo e l'arredamento d'interni … in particolare ecologico! Ricicla di tutto e recupera vecchi oggetti per sé e per le amiche, divertendosi a reinventarne gli usi e le collocazioni. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi con il cavalletto sempre in spalla, fermandosi qui e là per dipingere le sue valli. Vive in una piccola casa di pietra e legno con il marito e due pestiferi barboncini meticci, Nerone e Caligola. Collabora con la redazione di NoiRisparmiamo curando gli articoli dedicati all'home design e alle novità eco per la casa.

1 Commento su PULIRE A SECCO SENZA LA TINTORIA

  1. ottimo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*