Lifestyle

SOLARI FAI DA TE, DAL BURRO SOLARE AL LATTE DOPO SOLE, FATTI IN CASA!

Direttamente dal sito dei detersivi Bioallegri e delle sue creative autrici, le Casalinghe Bioallegre, vi proponiamo una serie di trattamenti solari fai-da-te per farsi da soli tutto, dal burro solare alla crema idratante. Economico, ecologico e ... divertente! Burro solare Ingredienti - Burro di Karitè grezzo bio 80 g (di ottima qualità, in erboristeria o negozi bio) - Amido di mais (Maizena) 15 g (al supermercato o negozi bio) - Olio di riso addizionato di Vit. E 15 g (Scotti, al supermercato) - Olio di Jojoba bio 10 g (in erboristeria o negozi bio) - Olio extra vergine di oliva non filtrato 15 g (al supermercato) - Lecitina di soia da pasticceria 20 g (possibilmente non OGM) - O.e. Lavanda aspic 5 gocce - O.e. Geranio rosato 2 gocce [Gli oli essenziali -di buona qualità!- sono facoltativi e danno solo una lieve profumazione. Evitate altri O.e. che possono essere fotosensibilizzanti. La Lecitina di soia si trova in pasticceria; ha la consistenza e il colore del miele. Se non ve la danno, cercate su internet nei siti per cosmetici fai-da-te. Altrimenti la ricetta riesce bene anche senza. Il Burro di Karitè deve essere di ottima qualità altrimenti può dare sensibilizzazioni; se non si trova grezzo in confezione sigillata, optare per uno bianco raffinato, purchè sigillato e garantito.] Mescolate accuratamente gli ingredienti, eccetto il Burro di Karitè e gli O.e. Metteteli in un recipiente a bagnomaria (a fiamma bassa; non bollire!) insieme al Burro di Karitè mescolando bene finquando è fuso e tutti gli ingredienti sono ben amalgamati. Trasferiteli in un barattolo che lascerete aperto a intiepidire, coperto da un tovagliolo. Quando il miscuglio è tiepido ma non ancora rappreso, versate gli O.e. e mescolate bene. Mettete il tappo e lasciate raffreddare del tutto (a seconda della temperatura ambiente ci vorrà un'ora o più). Si utilizza preferibilmente sulla pelle umida, semplicemente passando prima le mani bagnate sul corpo. Ma si può spalmare anche a pelle asciutta. Se vi siete "imburrati" troppo, passate sulla pelle una pezzuola bagnata per asportare l'eccesso. Va bene anche per il viso se non avete la pelle grassa. Ricetta arricchita per le più esperte

solari fai da te diy


La ricetta ottiene un ulteriore miglioramento, in fatto di consistenza ed efficacia, con l’aggiunta di
– Cera d’api da apicoltura bio (naturalmente aumentate in proporzione burro e olio, altrimenti la crema diventerà troppo pastosa)
– Vitamina E naturale (Tocoferolo) 15 gocce
– Bisabololo (lenitivo) 4 gocce

Olio solare

Ingredienti
– Olio di Jojoba bio 1 parte (in erboristeria o negozi bio)
– Olio di riso addizionato di Vit. E 2 parti (Scotti, al supermercato)
– Olio extra vergine di oliva non filtrato 2 parti (al supermercato)

Mischiare bene gli oli e trasferirli in un flacone con buona chiusura. A piacere profumate con pochissime gocce di Olio essenziale di buona qualità: vanno bene Lavanda aspic, Geranio, Manuka, Rosalina.

Utilizzo ideale dell’olio per viso e corpo: passare sulla pelle una pezzuola ben intrisa di acqua e prima che la pelle si asciughi massaggiare l’olio accuratamente. Se siete troppo lucidi tamponate di nuovo con la pezzuola bagnata.
L’emulsione che si crea fra acqua e olio potenzia l’assorbimento da parte della pelle.

Attenzione! Burro e olio solare offrono una protezione bassa (2 – 4).
Al fresco si conservano 3 mesi. E’ preferibile non portarli in spiaggia e comunque tenerli all’ombra.

Trattamenti dopo-sole
Per quanto saggia e bioallegra, la tintarella costituisce sempre uno stress per la pelle e spesso accade che una sola settimana di sole -al mare, in montagna, in piscina o altrove- riesca a cancellare un anno di costose cure estetiche (convenzionali o naturali).
Perciò vogliamo aggiungere come completamento ideale per tenere la pelle idratata ed eliminare l’aggressione dei detergenti classici, un bagno/doccia e una maschera. Quest’ultima aumenta la riserva di idratazione.

Bagno
Nella vasca stemperate qualche manciata di Amido di mais (Maizena) e qualche spruzzatina del vostro detergente intimo (l’ideale sarebbe un pH 4,5 ma vanno bene tutti quelli delicati)
Lavatevi semplicemente cosi, eventualmente tamponando con una spugna morbida, senza strofinare.
Alla fine sciacquatevi.

Doccia
In una ciotola con acqua tiepida stemperate 2-3 cucchiai di Amido di mais e 2 spruzzatine di detergente intimo. Tamponate la pelle con questa miscela, senza strofinare, poi sciacquatevi.

Alla fine del bagno/doccia applicate una crema corpo idratante leggera o un gel idratante. Ripetete l’applicazione dopo qualche ora se notate che la pelle ne ha bisogno.

Maschera idratante viso collo e scollatura

Ingredienti
– 1 banana matura a pezzetti
– Mezza carota grattugiata
– 1 cucchiaino di zucchero
– 2 cucchiaini Lecitina di soia granulare non OGM (varie marche al supermercato)
– 5 cucchiai (o più, a seconda della consistenza) d’acqua da fonte di montagna (per evitare il cloro degli acquedotti)
– 1 cucchiaio di olio di riso Scotti (con Vit. E)

Passare tutti gli ingredienti al frullatore fino ad ottenere un composto omogeneo.
Stendere questa “crema” sulla pelle ben detersa. Lasciar agire per 20-30 minuti o più.
Rimuovere sciacquando bene con acqua tiepida.

Da fare 1 o 2 volte a settimana, sia in preparazione del sole, sia dopo l’esposizione. Contribuisce a una tintarella dorata e molto più duratura.

Per raggiungere “la perfezione” l’ideale sarebbe lavare la pelle, dopo aver rimosso la maschera, con un “detergente riacidificante” del tipo usato negli istituti di estetica. Potete chiederne dei campioncini o acquistarne un flaconcino dalla vostra estetista.

Dopo il lavaggio applicate la vostra solita crema idratante.

> Cristina Serrani (58 Articoli)
Mamma part-time e da poco nonna a tempo pieno, è una maga nel far quadrare il bilancio della famiglia. Dopo una vita da impiegata part-time, si può finalmente dedicare solo alla famiglia e ai suoi due amatissimi nipotini. Per Noirisparmiamo.com mette a disposizione tutta la sua sapienza nel risparmiare mangiando bene, nel riciclare vecchi oggetti dandogli nuova vita e nell'organizzare la casa e le spese. E' appassionata di botanica ed erboristeria, adora i vecchi film in bianco e nero, la sua grande cucina, il ricamo e le lunghe passeggiate con suo marito sul lungomare.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*