Lifestyle

INCENTIVI 2010 ACQUISTO CASA CLASSE A E B: COME RICHIEDERLI

Iscriviti al mio canale Youtube

Dopo aver parlato del pacchetto incentivi 2010 e di cosa fare per ottenere gli incentivi per cucine e elettrodomestici passiamo all'acquisto di case e immobili certificati in classe A e B: come si ottengono gli incentivi per questi immobili? Per i nuovi immobili ad alta efficienza, ovvero in classe A e B, vengono scontati: classe A: 116 euro al metro quadro fino a un massimo di 7000 euro classe B: 83 euro al metro quadro fino a un massimo di 5000 euro. L'incentivo si ottiene presentando due documenti: 1) Il documento di certificazione energetica ormai obbligatorio nella compravendita di immobili in parecchie regioni, che deve certificare l'appartenenza alla classe A o B 2)L'approvazione Enea. Ci si rivolge al geometra o


al costruttore perchAi?? per avere questi incentivi non basta il certificato di categoria energetica, serve anche il parere dellai??i??Enea. Ricevuta lai??i??apposita documentazione dal venditore, lai??i??Enea comunica lai??i??attestazione favorevole o negativa entro trenta giorni dalla ricezione. Comunque sono piuttosto veloci, di solito ci mettono meno di 30 giorni.

La parte piA? controversa A? proprio il documento di certificazione energetica ma pochi mesi fa il Consiglio Nazionale del Notariato ha rilasciato le seguenti linee guida per le certificazioni energetiche.

A partire dal 1Ai?? luglio 2009 – spiegano i Notai – tutti gli immobili devono essere dotati dell’Attestato di certificazione energetica (ACE) (cosAi?? come previsto all’art. 6 del Dlgs 192/2005) a prescindere dall’epoca di costruzione e dalla superficie utile, ferma restando la possibilitAi?? di alienare un immobile non dotato di ACE. Dal 25 luglio scorso A? in vigore il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 giugno 2009 che definisce in modo puntuale le Linee Guida Nazionali sulla certificazione energetica e gli strumenti di concertazione e cooperazione tra Stato e regioni. L’obiettivo A? quello di rendere trasparente la qualitAi?? energetica degli immobili, garantire l’efficienza, il risparmio energetico e una maggiore sicurezza per i cittadini che acquistano una casa, ma anche promuovere adeguati livelli di qualitAi?? dei servizi di certificazione, assicurarne l’utilizzo e la diffusione omogenea sull’intero territorio nazionale.

L’art. 3 co. 3 delle Linee Guida, dispone la loro applicazione nelle regioni e province autonome che non hanno ancora provveduto ad adottare propri strumenti di certificazione energetica e comunque sino all’entrata in vigore dei predetti strumenti. L’emanazione delle Linee Guida Nazionali – chiariscono i Notai – pone fine al periodo transitorio, disciplinato dall’art. 11 co. 1-bis del decreto 192/2005, rendendo obbligatoria la dismissione definitiva l’Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) in favore dell’Attestato di Certificazione Energetica (ACE). Gli Attestati di Qualificazione Energetica fino ad ora utilizzati perderanno la loro efficacia trascorsi dodici mesi dall’emanazione delle Linee guida nazionali, pertanto, dal 26 giugno 2010 la certificazione energetica degli edifici sarAi?? affidata esclusivamente ai modelli di ACE come predisposti all’Allegato 6 del decreto.

Fino a quella data, gli immobili giAi?? dotati dell’AQE potranno continuare a circolare con tale Attestato, ma dal 26 giugno 2010 per trasferirli a titolo oneroso sarAi?? necessario procedere alla sostituzione del predetto Attestato ormai inefficace, con un nuovo documento, l’ ACE, contenente l’indicazione della classe energetica dell’edificio e del Soggetto certificatore. Con riferimento ai Soggetti certificatori, le Linee guida nazionali rimandano a successivi decreti presidenziali che definiranno i requisiti professionali e i criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti o degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e l’ispezione degli impianti di climatizzazione. In attesa di tali decreti, nelle regioni che non hanno legiferato in materia energetica o la cui normativa A? in attesa di attuazione, secondo i Notai, deve essere applicata la normativa nazionale prevista dal comma 6 dell’art. 18 del d.lgs. 30 maggio 2008, n. 115.

Uno degli aspetti piA? innovativi della Linee Guida, A? la definizione dell’ambito applicativo del decreto legislativo 192/2005 e successive modifiche, in ordine alle diverse tipologie immobiliari. L’All. A del decreto prevede, al punto 2, l’ applicazione delle disposizioni a tutti gli edifici delle categorie di cui all’articolo 3, del D.P.R. 26 agosto 1993, n.412, indipendentemente dalla presenza o meno di uno o piA? impianti tecnici esplicitamente od evidentemente dedicati ad uno dei servizi energetici di cui A? previsto il calcolo delle prestazioni. Tra queste categorie non rientrano box, cantine, autorimesse, parcheggi multipiano, depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi, ecc. se non limitatamente alle porzioni eventualmente adibite ad uffici e assimilabili, purchAi?? scorporabili agli effetti dell’isolamento termico.

15 Commenti su INCENTIVI 2010 ACQUISTO CASA CLASSE A E B: COME RICHIEDERLI

  1. Ho controllato bene nel vostro testo, non compare a chi indirizzare la richiesta di contributo e se esiste una modulistica, la richiesta di approvazione all’enea del certificato energetico si può richiedere prima del rogito, giusto per guadagnare tempo.
    grazie mille

  2. Redazione NoiRisparmiamo // Marzo 30, 2010 a 1:41 pm //

    @giancarlo: forse hai scritto un po’ di fretta e si è confusa la domanda.. non capisco cosa stai dicendo… Se intendi che per usufruire degli incentivi era necessario cominciare a comprare prima di aprile 2010 hai ragione, ma noi abbiamo solo la possibilità di dare qualche informazione su decisioni che sono prese da altri. Purtroppo per qualsiasi incentivo ci deve essere una data di inizio e una di fine, inevitabilmente questo crea degli esclusi.

    @antonio: deve avere anche il rogito non solo l’approvazione enea, a quel punto può fare tutto attraverso l’agenzia delle entrate nella sua zona

    @sara: no, vale il rogito come data 🙂

    @matteo: è la stessa cosa perché comunque avrà un certificato di fine lavori, un’iscrizione al catasto che indica anche il valore catastale dell’immobile e la certificazione enea che richiederà

    @fabio: per gli incentivi la casa deve essere già rogitata, quindi fa fede la data del rogito. Per fare il rogito sono necessari alcuni documenti tra cui la conformità degli impianti che possono essere fatti solo dopo che la casa è materialmente finita, quindi per forza dovrà attendere la fine dei lavori e il conseguente rogito per inoltrare la domanda.

  3. Redazione NoiRisparmiamo // Marzo 30, 2010 a 1:56 pm //

    @domenico: il documento enea, c’è scritto tutto sopra, si potrà presentare anche telematicamente tra qualche giorno da qui :
    http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/invio.htm

    @gianmarco: agenzia delle entrate a quanto pare, ma stiamo aspettando un documento operativo che chiarisca questi aspetti

    @giuseppe: no perché se lo sta riscattando immagino che non sia di nuova costruzione e l’attuale proprietario sia una finanziaria, immobiliare o banca… dipende comunque dal contratto e dagli attori, deve informarsi direttamente con il commercialista

    @marco: fa fede la data del rogito, non del preliminare. La certificazione Enea di solito è a carico dell’acquirente perché non obbligatoria nella compravendita di immobili, al contrario della certificazione energetica. Puoi richiederla anche per via telematica, qui:
    http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/invio.htm
    Non ho idea dei costi 2010 perché non sono ancora stati pubblicati

    Vincenzo: non vale il preliminare, altrimenti come può ben immaginare, farebbero tutti un preliminare di acquisto prendendosi gli incentivi, con il solo costo del compromesso 😉 Deve attendere la data del rogito ma a occhio potrebbero essere finiti i fondi se lo fa in dicembre… L’iter è quello nell’articolo sopra.

    @morena: PRIMA deve fare la richiesta all’enea compilando i loro moduli, trova tutto qui:
    http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/invio.htm
    Poi con la certificazione enea + rogito può chiedere il contributo tramite l’agenzia delle entrate nella sua zona

  4. Mi scusi ma non ho capito bene come vengono dati questi incentivi… fino a 5000€ nel mio caso (classe B). La presentazione della domanda per l’incentivo deve farla il costruttore o l’acquirente?E va fatta dopo avere la certificazione energetica + certific.enea + rogito? Ma allora non si avrà uno sconto immediato dal costruttore? E ci sono requisiti particolari per richiederli? per esempio abitazione di tot metri quadri massimi o essere sposati o altro? Grazie mille!!!

  5. Buonasera!
    Sto costruendo una casa che sarà in classe A. Quando si può chiedere l’incentivo? Cioè, fa fede la data di fine lavori oppure si può chiedere anche in corso lavori?
    Grazie!

  6. Avendo io gia’ usufruito dell’incentivo della Regione Umbria per quanto riguarda l’acquisto di una casa a risparmio energetico, mi chiedevo se possiedo i prerequisiti per usufruire del pacchetto incentivi 2010 riguardante l’acquisto di una casa appartenente alla classe A o B. Grazie.

  7. Giaxomo // Marzo 31, 2010 a 2:43 pm //

    Buongiorno,
    sto acquistando un appartamento in classe A. il rogito è previsto per il 19 aprile. come posso chiedere lo “sconto” al costruttore se ci vogliono 30 giorni per avere risposta da ENEA? anche inoltrando i documenti il 6 aprile, posso fare il rogito anche se ENEA non ha ancora dato risposta? e se poi boccia la domanda(ipotesi remota ma possibile)?io intanto ho rogitato con i 7000€ in meno… spero di essere stato chiaro..

  8. VITTORIO // Marzo 31, 2010 a 4:13 pm //

    _Dove trovo il modulo per la richiesta del parere ENEA sul mio attestato di certificazione ENERGETICA ,da inviare poi entrambi all’ ENEA stessa

  9. Buongiorno,
    sto ultimando la costruzione della mia abitazione (mancano solo i pavimenti e la posa dei sanitari), che ricadrà in quelle che possono godere degli incentivi in quanto in classe B.
    Secondo voi, per essere tra i primi posso inoltrare fin da subito la richiesta ed il certificato energetico all’Enea?
    E una seconda domanda: si sa già come funzioneranno le erogazioni degli incentivi? Mettiamo che Enea mi dica che ho diritto a 5000 euro, essendo un privato ed avendo già quasi totalmente pagato l’impresa edile posso “detrarre” i 5000 dai pavimenti? O li danno direttamente a me?
    Grazie della cortese risposta, Luca

  10. Elisabetta // Aprile 2, 2010 a 4:04 pm //

    Buongiorno,
    sto comprando una casa in classe B da un immobiliare e il rogito è previsto per metà aprile 2010. L’incentivo dev’essere richiesto dal venditore giusto? e qual’è l’iter da seguire per richiedere l’incentivo? che moduli servono?
    Grazie.

  11. Buongiorno
    sto acquistando un appartamento in costruzione in classe energetica B, con preliminare d’acquisto registrato presso l’agenzia delle entrate in data novembre 2008, e rogito previsto per maggio 2010. Posso avvalermi dell’incentivo pur avendo registrato il preliminare in data precedente al 6 aprile 2010? Se non ho capito male, fa fede la data del rogito?
    Grazie per la cortese risposta.

  12. ho fatto il compromesso per un appartamento di classe energetica A…il rogito e’previsto entro il 31 maggio 2010…che cosa mi conviene fare?…anticipare la data del rogito?..che cosa altro mi devo preparare per il frattempo? ….grazie per la cortesia

  13. ho acquistato un appartamento che rientra nella classe A ; la casa é finita (già ci abito) ma il rogito sarà effettuato entro fine giugno (il costruttore deve ultimare le opere esterne di urbanizzazione) – in questo caso non é possibile iniziare le pratiche per la richiesta degli incentivi? Grazie

  14. massimiliano // Aprile 6, 2010 a 5:41 pm //

    Scusate, ho effettuato il compromesso di acquisto nel 2009 per una appartmaneto in nuova costruzuone di classe B e a breve, si parla di circa 20/30gg, il rogito.
    Mi sono informato presso il rivenditore per quanto riguarda gli incentivi 2010 il quale mi risponde che:

    – Per aver diritto all’incentivo, bisogna che il compromesso abbia data certa (Registrato) successiva al decreto legge del 26/10/2010.

    Questo significa che avendo registrato il compromesso nel 2009 e non avendo ancora rogitato non ho diritto a richiedere l’incentivo.
    E’ corretto?

    Saluti

  15. Redazione NoiRisparmiamo // Aprile 6, 2010 a 6:42 pm //

    CHIARIMENTI PER TUTTI SU COME RICHIEDERE GLI INCENTIVI. Sono state chiarite le modalità di richiesta, il metodo è il seguente ma va specificato che la questione della registrazione del preliminare devono ancora chiarirla quindi, in ogni caso, fate inoltrare la domanda dal costruttore. La data del rogito deve già essere fissata al momento dell’invio della richiesta.

    COSA FARE PER OTTENERE GLI INCENTIVI, PASSO PER PASSO:

    http://www.noirisparmiamo.com/2010/04/06/incentivi-2010-acquisto-casa-come-richiederli-passo-per-passo/

    (discussione e domande si spostano nel nuovo post al link sopra)

1 2

I commenti sono bloccati.