Lifestyle

INCENTIVI 2010 ACQUISTO CASA CLASSE A E B: COME RICHIEDERLI

Dopo aver parlato del pacchetto incentivi 2010 e di cosa fare per ottenere gli incentivi per cucine e elettrodomestici passiamo all'acquisto di case e immobili certificati in classe A e B: come si ottengono gli incentivi per questi immobili? Per i nuovi immobili ad alta efficienza, ovvero in classe A e B, vengono scontati: classe A: 116 euro al metro quadro fino a un massimo di 7000 euro classe B: 83 euro al metro quadro fino a un massimo di 5000 euro. L'incentivo si ottiene presentando due documenti: 1) Il documento di certificazione energetica ormai obbligatorio nella compravendita di immobili in parecchie regioni, che deve certificare l'appartenenza alla classe A o B 2) L'approvazione Enea. Ci si rivolge al geometra o

al costruttore perché per avere questi incentivi non basta il certificato di categoria energetica, serve anche il parere dell’Enea. Ricevuta l’apposita documentazione dal venditore, l’Enea comunica l’attestazione favorevole o negativa entro trenta giorni dalla ricezione. Comunque sono piuttosto veloci, di solito ci mettono meno di 30 giorni.

La parte più controversa è proprio il documento di certificazione energetica ma pochi mesi fa il Consiglio Nazionale del Notariato ha rilasciato le seguenti linee guida per le certificazioni energetiche.

A partire dal 1° luglio 2009 – spiegano i Notai – tutti gli immobili devono essere dotati dell’Attestato di certificazione energetica (ACE) (così come previsto all’art. 6 del Dlgs 192/2005) a prescindere dall’epoca di costruzione e dalla superficie utile, ferma restando la possibilità di alienare un immobile non dotato di ACE. Dal 25 luglio scorso è in vigore il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 giugno 2009 che definisce in modo puntuale le Linee Guida Nazionali sulla certificazione energetica e gli strumenti di concertazione e cooperazione tra Stato e regioni. L’obiettivo è quello di rendere trasparente la qualità energetica degli immobili, garantire l’efficienza, il risparmio energetico e una maggiore sicurezza per i cittadini che acquistano una casa, ma anche promuovere adeguati livelli di qualità dei servizi di certificazione, assicurarne l’utilizzo e la diffusione omogenea sull’intero territorio nazionale.

L’art. 3 co. 3 delle Linee Guida, dispone la loro applicazione nelle regioni e province autonome che non hanno ancora provveduto ad adottare propri strumenti di certificazione energetica e comunque sino all’entrata in vigore dei predetti strumenti. L’emanazione delle Linee Guida Nazionali – chiariscono i Notai – pone fine al periodo transitorio, disciplinato dall’art. 11 co. 1-bis del decreto 192/2005, rendendo obbligatoria la dismissione definitiva l’Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) in favore dell’Attestato di Certificazione Energetica (ACE). Gli Attestati di Qualificazione Energetica fino ad ora utilizzati perderanno la loro efficacia trascorsi dodici mesi dall’emanazione delle Linee guida nazionali, pertanto, dal 26 giugno 2010 la certificazione energetica degli edifici sarà affidata esclusivamente ai modelli di ACE come predisposti all’Allegato 6 del decreto.

Fino a quella data, gli immobili già dotati dell’AQE potranno continuare a circolare con tale Attestato, ma dal 26 giugno 2010 per trasferirli a titolo oneroso sarà necessario procedere alla sostituzione del predetto Attestato ormai inefficace, con un nuovo documento, l’ ACE, contenente l’indicazione della classe energetica dell’edificio e del Soggetto certificatore. Con riferimento ai Soggetti certificatori, le Linee guida nazionali rimandano a successivi decreti presidenziali che definiranno i requisiti professionali e i criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti o degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e l’ispezione degli impianti di climatizzazione. In attesa di tali decreti, nelle regioni che non hanno legiferato in materia energetica o la cui normativa è in attesa di attuazione, secondo i Notai, deve essere applicata la normativa nazionale prevista dal comma 6 dell’art. 18 del d.lgs. 30 maggio 2008, n. 115.

Uno degli aspetti più innovativi della Linee Guida, è la definizione dell’ambito applicativo del decreto legislativo 192/2005 e successive modifiche, in ordine alle diverse tipologie immobiliari. L’All. A del decreto prevede, al punto 2, l’ applicazione delle disposizioni a tutti gli edifici delle categorie di cui all’articolo 3, del D.P.R. 26 agosto 1993, n.412, indipendentemente dalla presenza o meno di uno o più impianti tecnici esplicitamente od evidentemente dedicati ad uno dei servizi energetici di cui è previsto il calcolo delle prestazioni. Tra queste categorie non rientrano box, cantine, autorimesse, parcheggi multipiano, depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi, ecc. se non limitatamente alle porzioni eventualmente adibite ad uffici e assimilabili, purché scorporabili agli effetti dell’isolamento termico.

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

20 Commenti su INCENTIVI 2010 ACQUISTO CASA CLASSE A E B: COME RICHIEDERLI

  1. Salve a tutti, sto acquistando una casa vendutami come classe energetica B, è in costruzione e quindi presumo che non possa essere già certificata, in teoria dovrebbe essere “pronta” a fine anno, vi è un modo per poter usufruire di questi incentivi?Vi ringrazio per le risposte che vorrete darmi.

  2. Vorrei fare due domande:
    1) sto acquistando una casa non nuova da un privato; posso comunque usufruire in questo caso degli incentivi? (l’alloggio è in classe B);
    2) poiché il passaggio di proprietà avverrà a fine aprile, supponendo che il decreto sia pubblicato nei primi giorni di aprile, potrebbero non esserci i 30 giorni necessari per l’approvazione dell’ACE da parte dell’ENEA; come comportarsi in qusto caso?
    Grazie,
    Corraz

  3. Salve,

    sto acquistando un appartamento in classe B da costruttore. Il rogito è previsto per fine marzo, ma posso spostarlo a fine aprile.

    Cosa mi consigliate di fare? Aspetto o procedo?

    grazie

  4. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 25, 2010 a 5:28 pm //

    @Carlo, se sarà pronta a dicembre 2010 rientra in questi incentivi ma temo che a quel punto saranno già esauriti i fondi. Se invece ci fossero ancora fondi sì, ti basterebbe la certificazione energetica e il nulla osta Enea, come da dettagli sopra

    @Corraz: 1) però nell’altro post parlavi di ristrutturazione. E’ nuova o rinnovata? se è nuova sì, se è solo rinnovata con aggiornamento classe energetica no, puoi usufruire degli incentivi solo per acquisto elettrodomestici e cucina

    @Mario: ti conviene aspettare perché l’acquisto deve essere dopo il 6 aprile! se lo fai prima, perdi la possibilità di usufruire degli incentivi per pochi giorni

  5. Domenico // marzo 25, 2010 a 8:35 pm //

    Io sto acquistando una casa in classe A. consegna prevista a fine aprile..rogito verso Giugno..a questo punto chiedo..devo chiedere gli incentivi al rogito o alla consegna? e soprattutto dove?

  6. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 25, 2010 a 8:41 pm //

    Gli incentivi possono essere richiesti già al rogito, in quanto è da quel momento che l’immobile viene iscritto a suo nome nel catasto immobiliare. Sul come fare c’è un dettagliatissimo articolo qui sopra

  7. Ho comprato una casa in costruzione al grezzo nel 2009 e successivamente fatto un contratto di appalto x le finiture che sono in ultimazione, quando salderò la fattura x le finiture e mi consegneranno la certificazione energetica (prevista classe b) potrò usufruire anche in questo caso degi incentivi??

  8. Chiedo scusa, non ho capito la domanda che mi riguarda; in ogni caso: sto acquistando una casa non nuova in cui il proprietario sta eseguendo interventi di manutenzione staordinaria, come scritto nei precedenti post.

  9. Ho fatto il rogito di un appartamento in classe energetica b il 12 marzo 2010.
    Leggendo alcune affermazioni sopra mi è parso di capire che non rientro negli incentivi sulla casa perchè il rogito non è stato fatto dopo il 6 aprile? …è corretto?mi auguro di no!
    Inoltre vorrei sapere una volta avuta la certificazione in classe energetica b e l’approvazione dell’enea cosa bisogna fare?

  10. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 26, 2010 a 7:28 pm //

    @Max: probabilmente no perché il reale acquisto è nel 2009 però su questo punto non sono sicuro, è troppo tecnico, deve rivolgersi proprio a uno studio tecnico, magari a quello del costruttore o del progettista

    @Corraz: in quel caso la detrazione è solo per elettrodomestici, non per la casa. Il decreto parla infatti di ‘NUOVI immobili in classe A e B”. E’ nuova per lei, ma non per il catasto… comunque verifichi lo stesso con il suo studio tecnico, in ogni caso dovrebbe uscire a breve un documento che chiarisce tutti questi punti.

    @Silvia: invece è proprio così 🙁 gli immobili si intendono acquistati dopo il decreto incentivi 2010 e non prima, mi spiace moltissimo. Per scrupolo, controlla anche con il certificatore, ma ahimé è così.
    Per il cosa fare per le certificazioni c’è tutto nell’articolo sopra 🙂

  11. giancarlo // marzo 27, 2010 a 9:46 am //

    Acquistando prima casa classe A o B in costruzione da Aprile 2010 che sarà finita a Giugno 2011, come fare per avere gli incentivi casa 2010? Se fa testo per l’acquisto il rogito notarile è verificabile con la pratica che la legge è applicabile solo a coloro che già nell/negli anni precedenti avevano fatto opera di acquisto dell’alloggio nuovo classe A o B.
    Se cosi é gli incentivi non andranno a chi dal 6 Aprile opererà una scelta ecologica di acquisto, in quanto nella pratica sarà escluso.
    Grazie della risposta.

  12. antonio // marzo 27, 2010 a 8:43 pm //

    buonasera la mia domanda e,qualora ci siano i requisiti di classe energetica b e l’approvazione enea come si fà per avere gli incentivi? come vengono erogati ne sarei grato a chi e in grado di rispondermi grazie. antonio

  13. Buongiorno,
    sto comprando un appartamento in classe B che verrà ultimato per fine giugno.
    Ho fatto il preliminare sabato 27 marzo ma il rogito sarà verso maggio/giugno.
    Mi chiedevo.. non tengono in considerazione la data del preliminare vero?
    Grazie

  14. Salve, ecco la domanda:
    Sto per costruire una casa prefabbricata in legno clsse A, ho firmato a gennaio il contratto di fornitura d’opera e l’inizio lavori è previsto per Maggio 2010 con fine lavori a Settembre 2010. Non trattandosi di compravendita di immobile ma di fornitura di immobile, come posso comportarmi per avere gli incentivi? Grazie.

  15. Buongiorno,il giorno 02/02/2010 ho stipulato un Atto Preliminare di Compravendita,registrato all’Agenzia delle Entrate in data 22/02/2010, per un appartamento che deve ancora essere costruito,stanno iniziando ora e la consegna è prevista per l’Estate 2010.L’immobile in questione viene costruito in Classe Energetica “A”nel rispetto dei requisiti di legge richiesti.La mia domanda è se l’incentivo è previsto per le case in costruzione oppure deve essere già avvenuto il Rogito e la conseguente iscrizione al Catasto?E se previsto anche per gli Immobili in costruzione,le modalità e i tempi per l’ottenimento sono le stesse per gli Immobili già costruiti?Come in ogni Legge promulgata,ci si trova di fronte a un vero e proprio labirinto burocratico e interpretativo,pertanto le Vs risposte sono sicuramente un faro a cui affidarsi.Grazie per la risposta che vorrete inviarmi.Cordiali saluti.

  16. domenico // marzo 29, 2010 a 12:11 pm //

    Scusate, qualcuno sa dirmi in che modo vengono erogati gli incentivi sull’acquisto prima casa Certificata Classe A ?Eventualmente , oltre ai alla crtificazione e al rogito dopo il 6 Aprile, quali documenti sono necessari per attingere al fondo?
    Grazie.
    SAluti a tutti

  17. gian marco // marzo 29, 2010 a 12:21 pm //

    Non è chiaro un aspetto: i documenti di certificazione energetica e l’approvazione Enea a chi vanno presentati ? grazie

  18. Giuseppe // marzo 29, 2010 a 1:01 pm //

    Sto riscattando un ufficio dal Leasing immobiliare, il riscatto è a tutti gli effetti una compravendita, mi chiedo se l’incentivo sia valido anche per le persnoe fisiche con partita Iva quale io sono essendo un professionista? Grazie

  19. salve, volevo chiedere se il preliminare è da intendersi come acquisto o solo al momento del rogito si potrà dire di aver acquistato una casa… Nel mio caso il preliminare l’ho fatto a dicembre del 2009 ma il rogito dal notaio sara’ a fine maggio/giugno del 2010. Avrei diritto agli incentivi? E l’approvazione dell’ENEA è a pagamento? Se si chi la deve pagare?io o il costruttore? grazie 1000!

  20. Vincenzo // marzo 29, 2010 a 2:18 pm //

    Ho fatto il compromesso a gennaio 2010 per una casa in costruzione dichiarata di classe energetica B, farò il rogito a dicembre 2010.
    Posso ottenere con il solo compromesso gli incentivi o devo aspettare la data del rogito?.

    Mi sapere indicare l’iter preciso per inoltrare la documentazione.
    Grazie

1 2

I commenti sono bloccati.