Lifestyle

CHIARIMENTI SUGLI INCENTIVI CUCINE E ELETTRODOMESTICI

cucina elettrodomestici noirisparmiamo

Viste le numerose domande dei lettori sugli eco-incentivi 2010 e la grande confusione creata dalla televisione, vediamo di fare il punto su quello che realmente si può ottenere dagli incentivi e soprattutto COME ottenerlo.

La prima via è la detrazione IRPEF per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria sull’immobile, è un tipo di incentivo esistente dal 2007 e rinnovato ogni anno, che è legato appunto alla ristrutturazione della casa e acquisto di elettrodomestici in classe A. Per usufruirne, basta fatturare i lavori eseguiti, gli acquisti di elettrodomestici e incaricare il proprio commercialista o il caf di appoggio per effettuare le detrazioni dalla dichiarazione dei redditi. Noi consigliamo questa via, perché l’altra come vedremo di seguito è un po’ come giocare al superenalotto.

La seconda via sono gli “sconti immediati”. Insieme, infatti, agli incentivi previsti per le eco-case, quelle cioè a basso consumo energetico, per cui si potranno ricevere incentivi fino a 7000 euro come sopra, ci sono parecchi sconti previsti anche per chi decide di cambiare la cappa elettrica  per cui è possibile uno sconto fino al 20% ed entro i 500 euro. Stesso sconto, ma con un limite di 80 euro, per chi compra un nuovo forno o un piano di cottura. Il 20% di sconto vale anche per l’acquisto di una nuova lavastoviglie, con il limite di 130 euro. E’ previsto, invece, uno sconto immediato sul prezzo del 10% sino ad un massimo di 1.000 euro per la spesa di una cucina in sostituzione di una vecchia, con piano di cottura, forno e lavastoviglie da incasso, tutti di classe A. Ed è questo a quanto pare a interessare di più. Vediamo allora come ottenere lo sconto (di seguito anche la lista degli sconti per elettrodomestico).

Questo incentivo specifico di sconto immediato sull’acquisto entrerà in vigore a partire dal prossimo 6 aprile e durerà fino al 31 dicembre 2010 MA fino ad esaurimento risorse. Lo stop alle richieste arriverà, infatti, nel momento in cui le risorse stanziate per quel determinato prodotto dovessero esaurirsi. Si calcola per esempio che sul cambio dei frigoriferi l’incentivo sarà esaurito nei primi due mesi.
Per ottenere questo sconto-incentivo, i clienti dovranno rivolgersi ai rivenditori prescelti chiedendo di utilizzare lo sconto, fornendo carta di identità e codice fiscale. Il rivenditore poi verificherà l’eventuale disposizione del prodotto per via telematica o al telefono chiamando l’apposito call-center, e lo comunicherà al cliente dicendogli se può o non può usufruire dell’incentivo.

Si tratta quindi di una scommessa: bisogna andare dal rivenditore, scegliere per esempio la cappa nuova, poi chiedergli di telefonare per verificare la disponibilità allo sconto per quel prodotto. Da precedenti esperienze succede che il call center è sempre occupato, non si riesce a connettersi con il sistema telematico e ancora più spesso alcuni rivenditori non utilizzano il bonus incentivi perché il rimborso è lentissimo, tramite le Poste, cosa che gli comporta una perdita di denaro invece che un guadagno.

Per questo motivo, consigliamo di rivolgersi prevalentemente alle catene di ipermercati e negozi che espongono gli elettrodomestici con già l’indicazione di incentivo.

Se la risposta del sistema alla vostra richiesta di incentivo sarà positiva, questi sono gli sconti a cui avrete diritto:

Arredamento completo cucina: per la sostituzione dei mobili da cucina con cucine componibili complete di elettrodomestici ad incasso di classe A lo sconto è pari al 10% del prezzo di acquisto con un contributo massimo di 1000 euro. Esempio pratico: compro una cucina da 4000 euro, la pago 3600 euro e i 400 euro restanti verranno rimborsati al rivenditore tramite Poste Italiane. Compro una cucina da 11.000 euro, la pago 10.000 euro.  Compro una cucina da 15.000 euro, la pago 14.000 euro (non 13.500 perché lo sconto massimo è 1000 euro)

Singoli elettrodomestici: sconto del 20% del prezzo di listino ma i massimali applicati variano a seconda della tipologia di elettrodomestico scelto (vedi di seguito). Gli elettrodomestici devono essere di classe A, A+ o A++ e dotati delle più aggiornate misure di sicurezza. In particolare hanno diritto alla riduzione del 20%:

Lavastoviglie:
sconto 20% fino a un massimo di 130 euro;
Forni elettrici e piani cottura: sconto 20% fino a un massimo di 80 euro;
Cappa elettrica, scaldacqua a pompa di calore e stufe sia gas che biocombustibile: sconto 20% fino a un massimo fino ad un massimo di 500 euro

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

20 Commenti su CHIARIMENTI SUGLI INCENTIVI CUCINE E ELETTRODOMESTICI

  1. LE LAVATRICI SONO COMPRESE TRA GLI ELETTRODOMESTICI CHE POSSONO USUFRUIRE DEGLI INCENTIVI ?

  2. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 24, 2010 a 4:19 pm // Rispondi

    sì hanno lo stesso sconto delle lavastoviglie

  3. da cosa si deduce che le lavatrici sono comprese? Il decreto parla di cucine e si citano sempre lavastoviglie, forni, scaldaacqua a pompa di calore e piani di cottura; non vengono citati nè frigoriferi(e non capisco perchè)nè lavatrici, che non sono elettrodomestici da cucina.

  4. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 25, 2010 a 5:21 pm // Rispondi

    @giorgio: sì, sono nella categoria delle lavastoviglie

    @Luca leggi bene il decreto, per esempio per il frigorifero c’è uno sconto 20% fino a un massimo di 80 euro

  5. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 25, 2010 a 5:50 pm // Rispondi

    Un chiarimento: su questo sito non sono accettati i troll né le persone che cercano appositamente di piantare zizzania-
    Spiacenti ma non abbiamo tempo per seguire persone il cui unico intento è quello di diffondere informazioni imprecise e questionare sugli articoli.

    Per Luca: abbiamo controllato e il Sole 24 Ore riporta le stesse informazioni, prova ad andare a chiedere le stesse cose a loro e con lo stesso tono, vedi se hanno voglia di risponderti.

  6. Gli incentivi riguardanti l’acquisto di elettrodomestici possono essere erogati solo se si sostituisce un vecchio elettrodomestico o anche se si acquistano solamente per la prima volta ? Ho appena acquistato casa e devo arredarla da zero, non sostituire le cose. Quali incentivi posso richiedere ? Che documenti possono essermi richiesti ?
    Grazie, siete molto gentili.

  7. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 27, 2010 a 2:07 pm // Rispondi

    Per l’acquisto di elettrodomestici basta dichiarare che si sostituiscono, non è necessario far ritirare l’elettrodomestico vecchio, quindi funziona anche se li compri nuovi per la prima volta basta che siano nella classi energetiche indicate. Comunque nei negozi vi spiegano esattamente la procedura 🙂

  8. ho appena acquistato lavastoviglie e lavatrice in sositutzione delle vecchie posso chiedere l’icentivo? se si posso farlo come privato?

  9. Se uno compra la cucina nuova puo godere dell’incentivo?

  10. io ho dato l’acconto per l’acquisto di una cucina che mi verrà consegnata successivamente al 6 aprile; volevo sapere se potevo usufruire degli incentivi considerando che la proprietà della cucina la avrò solo al momento della consegna della stessa e che ad oggi ho solo una posizione creditoria (riferita all’anticipo versato) nei confronti del venditore. Grazie

  11. Redazione NoiRisparmiamo // marzo 30, 2010 a 2:02 pm // Rispondi

    @stefania: no, come scritto sopra l’acquisto deve essere successivo al 6 aprile

    @davide: sì, vedi sopra incentivi per cucine complete, ci sono tutti i dati e quello che puoi avere come incentivo

    @roberta: sì se fattura dopo il 6 aprile ma se l’ha pagata a rate no, perché fa fede la data della stipula del contratto di rateizzazione che coinciderà con la data dell’acconto immagino, quindi prima del 6 aprile. Se invece salda tutto dopo il 6 aprile, prima di saldare chieda al venditore di fare il controllo telematico per verificare che abbia diritto agli incentivi, dopo di che saldi la fattura direttamente scontata dell’ammontare dell’incentivo a cui ha diritto.

  12. scusate se magari ripeto la stessa domanda fatta da altri..mi si è rotto il frigorifero giusto stamattina..posso usufruire degli incentivi?Tra l’altro mi è stato detto che in ogni caso i frigoriferi non sno contemplati nel decreto in quanto per questi è ancora in vigore la legge sulla rottamazione dei frigoriferi del 2007..
    sapete dirmi qualcosa?
    grazie dell’attenzione

  13. volevo sapere se compro la cucina nuova senza avere una vecchia da sostituire.

  14. Solo un paio di domande:

    1) Ho da poco acquistato casa e dopo il 6 aprile salderò anche l’acquisto della nuova cucina, per la quale ad oggi ho versato solo un piccolo acconto. La casa non è di nuova costruzione e la vecchia cucina se l’è portata via il precedente proprietario. In questo caso si può parlare di “sostituzione”? Ed eventualmente come posso documentarla?

    2) Il decreto incentivi prevede anche l’applicazione dell’IVA agevolata al 10% per le nuove cucine ed elettrodomestici?

    Grazie.

  15. Ho intenzione di comprare una cucina (senza sostituzione) per la mia nuova casa. Ho modo di potere usufruire della detrazione?
    Grazie.

  16. Anch’io (come molti) sono interessato alla lavatrice che nell’elenco non si trova.
    Ho visto la vostra risposta sopra a Luca e sono andato a controllare ilsole24ore ma l’unica cosa dove si citano lavatrici era l’articolo del 20 marzo 2010 intitolato “Dentro le lavastoviglie non le lavatrici” dove si dice il contrario di quanto detto da voi.
    Il mio unico scopo è capire se aspettare ancora una settimana o comprare la lavatrice nuova perchè vecchia si è rotta, non sono qui per polemizzare.
    Grazie

  17. Buongiorno,
    Vorrei comprare una cucina dopo il 6 aprile all’ikea con elettrodomestici A+, visto che non e italiana ci sono gli incentivi?
    Grazie
    Claudia

  18. Dov’è finita la mia domanda?

  19. Per poter usufruire dell’incentivo, devo sostituire tutti gli elettrodomestici della cucina o anche soltanto uno di essi (esempio solo il forno o l’aspiratore)? Cioè, vi è un numero minimo di elettrodomestici da cambiare o basta sostituirne uno?

  20. Volevo acquistare una nuova stufa a legna tentado di usufruire dello sconto del 20% ( come indicato anche nella vostra tabella) ma il rivenditore mi ha detto che tutte le stufe a biomassa sono sparite dal decreto. E’ vero?

1 2 3 6

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*