web analytics

ESENZIONE DEL TICKET: CHI NE HA DIRITTO

Sapevate che molti di coloro che hanno diritto all’esenzione non lo sanno e non la richiedono? Per esempio i disoccupati, i cassintegrati e i precari sono spesso all’oscuro dei loro diritti a questi bonus sulla spesa sanitaria, come altre categorie che pensano di non poter richiedere l’esenzione perché hanno un lavoro. Ci sono casi in cui si può.

ticket noirisparmiamo

LE INFORMAZIONI AGGIORNATE SULL’ESENZIONE TICKET 2014 SONO QUI: http://www.noirisparmiamo.com/2014/03/10/come-ottenere-lesenzione-del-ticket-2014.htm

Sapevate che molti di coloro che hanno diritto all’esenzione non lo sanno e non la richiedono? Per esempio i disoccupati, i cassintegrati e i precari sono spesso all’oscuro dei loro diritti a questi bonus sulla spesa sanitaria. Eccovi allora una brevissima guida, per controllare se ci siete anche voi!

Possono richiedere il beneficio dell’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (esenzione ticket) coloro che, al momento dell’esecuzione della prestazione, si trovano in una delle seguenti situazioni:

1) età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenente a un nucleo familiare con un reddito complessivo, riferito all’anno precedente, non superiore a Euro 36.151,98.

2) età superiore a 60 anni, titolare di pensione al minimo e familiari a carico, purché appartenente ad un nucleo familiare con un reddito complessivo, riferito all’anno precedente, inferiore a Euro 8.263,31 per persona singola, reddito che va aumentato fino a Euro 11.362,05, in presenza del coniuge, e di ulteriori Euro 516,46 per ogni figlio a carico.

3) disoccupato e familiari a carico, purché appartenente ad un nucleo familiare con un reddito complessivo, riferito all’anno precedente, inferiore a Euro 8.263,31 per persona singola, reddito che va aumentato fino a Euro 11.362,05 in presenza del coniuge, e di ulteriori Euro 516,46 per ogni figlio a carico.

- E’ definita disoccupazione la condizione del soggetto privo di lavoro e immediatamente disponibile allo svolgimento e alla ricerca di una attività lavorativa, condizione comprovata dalla presentazione dell’interessato di idonea dichiarazione presso lo Sportello del Lavoro nel cui ambito territoriale si trova il proprio domicilio.
Ai fini dell’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria si considerano disoccupati:

  • i soggetti in cerca di prima occupazione
  • i soggetti che hanno perduto un lavoro dipendente o autonomo e sono in cerca di una nuova occupazione
  • i soggetti che svolgono una attività con reddito inferiore a quello minimo personale escluso da imposizioni fiscali (precedentemente dichiarato allo Sportello del Lavoro all’atto dello convalida della condizione di disoccupazione), fermi restando i limiti reddituali, riferiti all’anno precedente, sopra dichiarati -

4) titolare di pensione sociale e familiari a carico

Le casalinghe non fruiscono dell’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria a meno che non rientrino in uno dei quattro casi previsti per l’esenzione.

COSA SI INTENDE PER:

  • Nucleo familiare
    è da considerare il nucleo familiare ai fini fiscali e non ai fini anagrafici, perciò formano un nucleo familiare: i coniugi non legalmente separati ed eventuali altre persone a carico.
  • Familiari a carico
    sono considerati familiari a carico i figli, anche se naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati, i figli permanentemente inabili dal lavoro, nonché ogni altra persona indicata nell’art. 433 del codice civile, che conviva con il contribuente o percepisca assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’autorità giudiziaria, quali:- il coniuge - i figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi e, in loro mancanza, i discendenti prossimi anche naturali - i genitori e, in loro mancanza, gli ascendenti prossimi anche naturali - gli adottanti - i generi e le nuore - il suocero e la suocera

– i fratelli e le sorelle germani o unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali

Per verificare se un familiare è a carico e fa quindi parte del nucleo familiare ai fini fiscali, in linea generale, si verifica su quale dichiarazione dei redditi appare il nominativo che chiede il diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria, tenendo conto che i redditi dei due coniugi concorrono sempre a formare il reddito complessivo anche se presentano dichiarazioni dei redditi separate.

Non rientrano nel nucleo familiare i figli o altre persone che coabitano ed hanno un reddito proprio superiore ai limiti previsti dalla normativa fiscale.

  • Reddito complessivo
    tutto quanto va a costituire il reddito complessivo nella dichiarazione dei redditi (es. redditi di capitale, fondiari, di impresa, di lavoro autonomo, di lavoro dipendente, diversi). Se i coniugi presentano le dichiarazioni dei redditi separate, queste vanno sommate per la individuazione del reddito complessivo ai fini dell’esenzione del ticket.

 

> Federico Rossi (146 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.
Contatta:Facebook

134 Commenti su ESENZIONE DEL TICKET: CHI NE HA DIRITTO

  1. ho iniziato a lavorare il 19-11-2009 con contratto a tempo determinato par-time x 20 ore settimanali.il 19-7-2010 il contratto di lavoro e stato rinnovato a tempo indeterminato con le stesse condizioni del primo. ilmio stipendio mensile non supera 600,00 euro, mio marito e disoccupato e abbiamo un figlio cosa devo fare x avere l esenzione tichet?

  2. MIA FIGLIA DI ANNI 32 è DISOCUPATA,HA DIRITTO QUINDI ALL’ENSENZIONE DAL TICKET SANITARIO,VIVE ANCORA IN FAMIGLIA;NOI COME GENITORI POSSIAMO CONSIDERARLA SEMPRE A NOSTRO CARICO? E POSSIAMO SCARICARE LE SPESE PER ACQUISTO MEDICINALI, SPESE PER PRESTAZIONI SPECIALISTICHE SOSTENUTE DA NOI GENITORI E FATTURATE A SUO NOME?GRAZIE PER LA GENTILE RISPOSTA

  3. Redazione NoiRisparmiamo // dicembre 20, 2010 a 6:30 pm //

    @lucia: basta rivolgersi al centro per l’impiego e farsi rilasciare la dichiarazione di appartenenza alle liste di disoccupazione, ad uso della ASL. Dica per cosa le serve.

    @Vanna: sì se è iscritta alle liste di disoccupazione presso il centro per il lavoro della vostra città. Altrimenti la iscriva e chieda l’esenzione- Per lo scarico delle spese dipende dalla vostra situazione fiscale, rivolgetevi magari a un patronato dove potranno aiutarvi con maggiori dettagli sulla vostra situazione-

  4. Buongiorno,volevo sapere avendo prenotato un ecodopplergrafia cardiaca a mia figlia di anni quasi sette,ho pagato euro 46,15,volevo sapere se dovevo pagare questa somma.

  5. sono un lavoratore part time e percepisco un reddito complessivo di 8.822,oo euro avendo anche la moglie a carico ho diritto all’esenzione per la partecipazione alla spesa sanitaria?
    ringrazio sperando in una risposta

    se si,a chi mi devo rivolgere?

  6. salve,sono disoccupato dal 01/05/2010,a giugno la mia moglie (a carico mio) a fatto una visita medica non pagando il ticket dichiarando la mia disocupazine, non so se aveva fatto bene o male perche non ho capito se sono esente o no.ho anche un filgio e i miei genitori a carico.
    mi potete aiutare a risolvere questo problema,
    in attes di una vostra risposta vi mando un saluto sincero.

  7. Salve io ho due lavori part time ma non supero il reddito di 8000 e un figlio a carico di 12 anni e un marito che da pochi mesi lavora part time con una busta paga di 520 euro, ogni volta non so mai se devo o non devo pagare il tiket, in quando io ho sempre avuto un lavoro part time e mi hanno riferito che se non sono mai stata licenziata non rientro come disoccupata ma come inoccupata. poi il reddito conta quello dell’anno scorso ma ora siamo a gennaio io non so ancora il mio reddito e quello di mio marito visto che un po è cambiata la situazione cosa devo fare?? i soldi sono davvero pochi e io ho grossi problemi di salute faccio molte visite e analisi non sa davvero come fare se dovrei pagare tutto. aiutatemi

  8. Salve,volevo sapere se era vero che mia mamma nn ha diritto all’esenzione del tiket..la sua situazione è la seguente:Disoccupata, Iscritta al centro dell’impiego; vedova; nn percepisce pensione; senza reddito..Potete anche, cortesemente, dirmi a chi devo rivolgermi se lei ne ha diritto..Spero di avere risposta..ringrazio in anticipo..

  9. sono una donna sola con un reddito inferiore a quello da voi esposto ed un figlio a carico.
    desidero sapere se l’esenzione è valida sia per il ticket delle medicine che per le prestazioni sanitarie con la ASL??????
    Grazie e saluti

  10. albertoclerici // marzo 11, 2011 a 12:09 pm //

    Percepisco l’assegno di mobilità da marzo 2011 e sono iscritto alle liste di disoccupazione.
    Mia moglie è iscritta alle liste di disoccupazione.
    A completamento del nucleo famigliare ci sono due figlie conviventi ma non a carico che presentano dichiarazione dei redditi separate.
    A fronte dell’ultimo DGR IX/938 DELL’I.12.2010 io e mia moglie abbiamo diritto all’esenzione del pagamento ticket per farmaci e visite mediche?
    Grazie

  11. Sono disoccupato da un anno e non ricevo neanche piu’ la disocupazione.
    Mia moglie guadagna 1200,00 euro al mese e ha un lavoro fisso come commessa. Abbiamo la comunione dei beni, ma non abbiamo mai fatto la dichiarazione dei redditi perche’il commercialista dice che non abbiamo niente da scaricare.
    Ho diritto all’esenzione???

  12. desidererei sapere se il reddito indicato di €.
    36.151,98 è da considerarsi al lordo delle ritenute e se varia con coniuge a carico.?
    grazie

  13. Georgia // maggio 9, 2011 a 1:49 pm //

    Mio padre è disoccupato, vive con me e mio fratello, ha meno di 65 anni e non riceve pensione. Risulta a carico mio dal modello 730,ho un reddito lordo che supera gli 8.263,31 euro. Per tale ragione non è proprio possibile avere un’esenzione?

  14. Mio marito è disoccupato,io lavoro 12 ore settimanali e guadagno meno di 400 euro al mese,reddito inferiore a 10.000 euro. Ho diritto all’esenzione??

  15. Salve sono un lavoratore con contratto part-time a 40 ore settimanali ed a tempo determinato, ho 4 figli tutti minorenni e moglie a carico, volevo sapere se posso ottenere l’esenzione dalle visite specialistiche avendo un reddito per il 2010 di 8000 euro.
    Grazie.

    • Redazione NoiRisparmiamo // giugno 1, 2011 a 5:59 pm //

      purtroppo no, Antonio, per questo Paese guadagni troppo per essere esente. Il reddito deve essere inferiore ai 4500 euro per avere l’esenzione

  16. salve,sn un socio lavoratore,il mio reditto e’di 5.200.00 mi piacerebbe capire se ho diritto,all’esenzione visto che ho provato a capirci qualcosa,dalla asl di appartenenza,ma nn ho avuto risposta.devo affrontare degli esami particolarmente costosi,e mi sembra veramente assurdo pagare tutti questi soldi…p.s ho sempre pagato,e probabipmente nn avrei dovuto.vi ringrazio aspetto una vostra gradita risposta.

    • Redazione NoiRisparmiamo // giugno 1, 2011 a 5:57 pm //

      sì purtroppo non sei esente perché superi la soglia del reddito minimo di un migliaio di euro circa. E’ assurdo, ma le leggi non le facciamo noi, le fanno quelli che spendono il tuo reddito di un anno in una serata al ristorante

  17. salve, io per dei prelievi essendo disoccupato da 2 anni ma vivo con i miei genitori mi è stato detto che devo pagare il ticket perchè vivendo con i miei genitori loro pagano le tasse per me e sono obbligato a pagare il ticket vi risulta??

  18. salve, io per dei prelievi essendo disoccupato da 2 anni ma vivo con mia madre mi è stato detto che devo pagare il ticket perchè vivendo con i miei genitori loro pagano le tasse per me e sono obbligato a pagare il ticket vi risulta??

    • Redazione NoiRisparmiamo // giugno 1, 2011 a 5:55 pm //

      no se sei disoccupato, sei iscritto al centro per l’impiego della tua città. Lì chiedi il modulo per l’esenzione dal ticket, che poi dovrai presentare alla tua ASL per l’esenzione.

  19. NON SONO PIU A CARICO DEI MIEI GENITORI MA VIVO CON LORO , HO DUE PICCOLI CONTRATI PART-TIME MA NON SUPERO GLI 8000 EURO HO DIRITTO ALL’ ESENZIONE, PER IL MOMENTO STO PAGANDO IL TICKET.

  20. romina pretin // giugno 13, 2011 a 12:07 pm //

    salve,sono dissocupata dal 19/08/09 iscritta all’ufficio di collocamento in attesa di un posto di lavoro! sono convivente e il mio compagno,separato legamente ma non divorziato, ha a carico solo nostra figlia.reddito inferiore ai 20 mila euro. chiedo se ho diritto all’esenzione del ticket visto che nessuno può scaricare le mie spese e non lavorando non possiedo soldi!!

1 2 3 7

I commenti sono bloccati.