Lifestyle

VOLO CANCELLATO? BAGAGLIO PERSO? ECCO COME FARSI RIMBORSARE

Ne avevamo già parlato l’anno scorso con una guida dettagliata ai rimborsi dalle compagnie aeree ma torniamo sull’argomento per una recente sentenza della corte di cassazione. La Cassazione ha infatti stabilito che se il volo viene cancellato si può chiedere il risarcimento per il danno subito. A stabilirlo è stato un giudice di pace di Catania che ha accolto la domanda di un passeggero che doveva tornare a Catania con i voli Pisa-Roma e Roma-Catania. L’uomo, giunto all’aeroporto di Pisa nel pomeriggio, scoprì che il suo volo era stato cancellato. Iniziò così un’attesa estenuante: dopo circa tre ore di attesa senza informazioni e assistenza, il passeggero venne portato a Roma a bordo di un pullman e infine arrivò a Fiumicino all’una e mezza di notte. Alle tre, dopo aver atteso oltre un’ora, il trasbordo in albergo, per essere successivamente ritrasferito, dopo poche ore, a Fiumicino con successivo imbarco sul volo Roma-Catania delle ore 8.55.

Questa è una delle primissime sentenze in Italia che riconoscono il diritto del passeggero ad avere corrisposta la ‘compensazione pecuniaria’ e l’ulteriore risarcimento dei danni subiti, così come previsto dal Regolamento comunitario n. 261/2004 in uso dal febbraio del 2005.

La compagnia ha cercato di difendersi dicendo che la cancellazione del volo era avvenuta per motivi tecnici, causa non dipendente dalla loro volontà e, che comporterebbe quindi l’esclusione del rimborso. Ma il Giudice ha osservato che, sulla base della documentazione agli atti, altri voli con lo stesso problema non erano stati cancellati e conseguentemente non ha ritenuto sufficiente la causa di forza maggiore che avrebbe scaricato la responsabilità della compagnia. Inoltre, più grave, il passeggero non ha ricevuto l’adeguata assistenza prevista dal regolamento comunitario. Il Giudice ha perciò condannato la compagnia aerea al pagamento della somma di 250 euro, quale compensazione pecuniaria, e di 550 euro a titolo di risarcimento danno patrimoniale ed esistenziale, oltre, ovviamente, al risarcimento per le spese del giudizio.

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*