Lifestyle

LE RIDUZIONI PER LE RATE DEI MUTUI SONO AUTOMATICHE: ECCO COSA FARE SE LA VOSTRA BANCA LATITA

Eccomi di ritorno a parlare di uno dei "tasti dolenti" che ogni tanto dobbiamo affrontare su questo sito: il mutuo, maledizione ormai molto diffusa. Siamo a cinque mesi dal varo del Dl anticrisi (decreto legge 185/08, convertito dalla legge 2/09) e sono ancora pochissime le famiglie che hanno ottenuto le agevolazioni stabilite a vantaggio dei mutui a tasso variabile per l'abitazione principale. A frenare gli aiuti sono le difficoltà che le banche pare che incontrino nell'interpretare e applicare le norme. Il mio mutuo in ogni caso si è abbassato e di ben 216 euro: da 1100 tondi dell'ultima rata pre-decreto agli attuali 884 euro. Non ho fatto nessuna richiesta all'agenzia, è stato applicato il decreto integralmente, senza avvisi di sorta. In ogni caso sono contenta, visto che con la follia della cifra precedente non c'era possibilità di controbattere o protestare. Nondimeno, pare che io sia per una volta tra i pochi italiani fortunati, visto che questa riduzione ovvero il ritorno al tetto del 4% dovrebbe essere automatico per tutti ma lo è stato solo per alcuni. Comunque, per fare chiarezza su alcuni di questi problemi che le banche non sanno come affrontare, il Ministero dell'Economia è intervenuto con nuove istruzioni

applicative.

La circolare 32256, datata 30 aprile 2009 (la terza sul tema, dopo quelle del 28 dicembre e del 13 febbraio) ribadisce che l’accesso alle agevolazioni è automatico: «Le banche e gli intermediari finanziari  concedono i benefici senza necessità di apposita domanda da parte degli interessati».

Senza necessità di apposita domanda da parte degli interessati.

Quindi, se la vostra banca non vi ha ancora riportato al 4%, fategli notare con una breve raccomandata che secondo la circolare 32256, del 30 aprile 2009, le agevolazioni devono essere concesse automaticamente. Vi spettano quindi anche gli arretrati degli esborsi non dovuti da febbraio fino all’adeguamento effettivo della vostra rata al 4%.

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

3 Commenti su LE RIDUZIONI PER LE RATE DEI MUTUI SONO AUTOMATICHE: ECCO COSA FARE SE LA VOSTRA BANCA LATITA

  1. Ottimo articolo vale la pena fare un pò di memoria ai miei lettori.
    Grazie ciao!

  2. Grazie per la segnalazione Marco, e in bocca al lupo per la discussione eventuale del mutuo! 🙂

  3. E chi a marzo 2008 ha contratto un mutuo a tasso fisso al 6% rimane allora comunque fregato???

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*