Lifestyle

AFFITTI A +130% IN 10 ANNI, MILANO E ROMA +145%

Iscriviti al mio canale Youtube

Negli ultimi dieci anni, ovvero dal 1999 al 2008, gli affitti in Italia sono aumentati mediamente del 130%, con punte che arrivano anche al 145%, come nel caso delle cittA� di Roma, Firenze e Milano, mentre contemporaneamente i fondi statali attribuiti sono diminuiti del 69,58%. A? questo il quadro che emerge dalla ricerca Cgil e Sunia a�?La��offerta delle abitazioni in affitto nelle aree metropolitane cialis sources. a�? presentata oggi dalla segretaria confederale della��organizzazione, Paola Agnello Modica, e dal segretario generale del Sunia, Luigi Pallotta. Secondo la ricerca nel nostro paese aumenta la domanda di affitto, per la maggiore difficoltA� di accesso al credito per le nuove fasce (single, giovani coppie, stranieri e studenti) cosA� come l'offerta, in seguito agli investimenti sul mattone avvenuti negli ultimi anni. Al contrario, diminuisce il dato sulle compravendite, che nel 2007 ha segnato un'inflessione del 4,6% e nel III trimestre del 2008 del 13% (15,9% nei comuni capoluogo). Emerge, inoltre, che il canone medio di un contratto di locazione stipulato negli ultimi dieci anni si aggira intorno ai 740 euro al mese, mentre per i nuovi contratti il prezzo arriva fino a 1100 euro. PiA? in generale l'andamento del settore immobiliare nelle aree metropolitane parla di un mercato governato per l'85% dal

libero mercato e per il restante 15% dai contratti agevolati. Riguardo invece all’offerta di locazione, l’indagine sottolinea che il mercato A? dominato dall’affitto di bilocali 39%), seguito da trilocali (32%) e monolocali (17).

Secondo Paola Agnello Modica, i dati della ricerca sono a�?allarmantia�? e dimostrano che ca��A? a�?la��assoluta urgenza di intervenire in questo settore perchA� la��incidenza dell’affitto sul reddito nel nostro paese A? troppo elevataa�?. Alla luce dei dati emersi dalla ricerca, a�?la situazione A? drammatica – aggiunge la dirigente sindacale della Cgil – e non si puA? continuare a dire, come fa il premier, di continuare a spendere quanto una parte importante del paese non ha accesso ad alloggi pubblici. La veritA� a�� conclude – A? che il Governo aveva annunciato un piano casa ma alla fine A? solo riuscito a tagliare le risorsea�?.

La ricerca suggerisce gli interventi necessari da adottare: a�?Utilizzare immediatamente i fondi stanziati (per il piano casa, ndr) per la loro originaria destinazione. Questo garantirebbe di avviare entro la��anno la costruzione ed il recupero di circa 20.000 alloggia�?. Inoltre, a�?aumentare con nuove risorse il Fondo di sostegno alla��affitto anche per rispondere alla domanda crescente di famiglie di lavoratori licenziati, in cassa integrazione e precari. Aprire un confronto con Governo, Regioni e Comuni per la verifica della��impatto della attuale legislazione sulle locazionia�?. Per la Cgil e il Sunia A? poi urgente a�?convocare il tavolo per il rinnovo della convenzione nazionale sul canale agevolato scaduta ormai da tre annia�?, cosA� come a�?realizzare un vero piano casa partendo dalla definizione degli obiettivi numerici e di qualitA� urbanistica degli interventi, delle risorse pubbliche a disposizione in un orizzonte poliennale, dal quadro delle certezze, dei vincoli e delle convenienze economiche e fiscali per attrarre risorse private nella��edilizia socialea�?.

La ricerca del Sunia, inoltre, affronta in particolar modo la situazione abitativa a Roma e Milano, sottolineando che il 25% della famiglie vive in affitto (contro la media dei paesi piA? sviluppati del 30-40%) e che il fondo sociale A? diminuito del 50% per la capitale e del 30% per il capoluogo lombardo, a fronte di aumento della domanda rispettivamente del 75% e addirittura del 200%.

Infine, la ricerca Cgil Sunia analizza la��area di disagio abitativo che caratterizza le due metropoli italiane: Milano e Roma. Emerge cosA� che gli sfrattati sono 6 mila a Roma e 10 mila a Milano, che le famiglie in graduatoria per un alloggio pubblico sono rispettivamente 17 mila e 16.700, che i nuclei familiari che hanno chiesto nel 2006 il contributo all’affitto sono 16.200 mila e 21 mila, e che gli immigrati regolari alla “disperata ricerca di un alloggio” sono 365 mila a Roma e 390 mila a Milano.

VIA : Sildalis online, cheap clomid. CGIL eA� Sunia too much cialis.
Foto: Flickr

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*