Lifestyle

TUTTI GLI INCENTIVI STATALI SU ARREDAMENTI, ELETTRODOMESTICI, AUTO, MOTO

Auto, veicoli commerciali leggeri, motocicli, arredamento ed elettrodomestici: il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge con gli incentivi per riavviare i consumi, con misure per circa 2 miliardi di euro. Ci sono anche contributi per impianti a Gpl o metano, per acquistare auto ecologiche, per installare dispositivi antiparticolato sui mezzi pubblici. Per il credito al consumo per l’acquisto dei beni agevolati dai bonus sarà un decreto Economia, già previsto dal decreto anti-crisi (Dl 185/2008, convertito dalla legge 2/2009), a fissare le modalità per favorire l’intervento di Sace spa nella prestazione di garanzie per agevolare la concessione di finanziamenti.

Il nuovo pacchetto anticrisi deciso dal Governo – ha affermato Berlusconi in un’intervista al “Gazzettino” di domenica – «prevede aiuti per alcuni settori strategici che potranno usufruirne a precise condizioni». Quanto agli ammortizzatori sociali, «prevediamo un impegno di 8 miliardi per i prossimi tre anni, senza alcun aggravio per i contribuenti» ha detto ancora il presidente del Consiglio. Ecco, nel dettaglio, le misure adottate.

Rottamazione auto. Si prevede un bonus di 1.500 euro, ma non è prevista alcuna esenzione dal pagamento del bollo. Il beneficio spetta a chi rottama auto Euro 0, Euro 1 o Euro 2 immatricolate fino al 31 dicembre 1999 e acquista una vettura Euro 4 o Euro 5 (con emissioni massime 140 grammi CO2/Km per i veicoli benzina e massimo 130 grammi CO2/Km per i diesel).

Auto ecologiche. Incentivi, senza rottamazione, per l’acquisto di auto ecologiche di 1.500 euro per auto a metano, elettriche e a idrogeno con emissioni non superiori a 120 g/km di Co2. Questi incentivi sono cumulabili a quello per la rottamazione.

Contributo per impianti a Gpl e a metano. Contributo statale di 500 euro peril Gpl e di 650 euro per il metano per chi vuole trasformare la propria auto da motori a benzine verso alimentazioni a basso impatto ambientale.

Veicoli commerciali leggeri. Bonus è di 2.500 euro per l’acquisto di veicoli nuovi in seguito alla rottamazione di veicoli euro 0, 1 e 2 immatricolati entro il 31 dicembre 1999. Gli incentivi salgono a 4.000 euro per l’acquisto, senza rottamazione, di veicoli nuovi innovativi a metano, Gpl o idrogeno. L’incentivo è cumulabile a quello per la rottamazione.

Autocarri e caravan. Per autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri leggeri entro le 3,5 tonnellte, autoveicoli per trasporti specifici, autoveicoli per uso speciale e autocaravan contributo di 2.500 euro per l’acquisto di veicoli nuovi Euro 4 ed Euro 5 a fronte della contestuale rottamazione di veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 immatricolati prima del 31 dicembre 1999.

Mezzi pubblici più verdi. Per l’installazione di dispositivi antiparticolato (contro i gas di scarico) sui mezzi del trasporto pubblico (categoria N3 e M3 di classe Euro 0, Euro 1 o Euro 2 di aziende che svolgono servizi di pubblica utilità) è previsto un finanziamento straordinario di 11 milioni di euro, ai quali, ha spiegato il ministero per lo Sviluppo economico, se ne aggiungeranno 44 recuperati dal maggior gettito Iva. Spetta il 25% delle spese sostenute per l’acquisto e, comunque, in misura non superiore a mille euro a dispositivo. I contributi non sono cumulabili con altri di natura nazionale, regionale o locale.

Incentivi per le due ruote. Incentivo di 500 euro per la rottamazione di motocicli o ciclomotori Euro 0 o Euro 1 per acquistarne un motociclo nuovo Euro 3, fino a 400 di cilindrata.

Detrazioni fiscali per mobili ed elettrodomestici. L’incentivo alle ristrutturazioni si estende anche all’acquisto di mobili ed elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, cucine, lavastoviglie, tv e così via) ad alta efficienza energetica, ma con un paletto. Se ne ha diritto solo se l’acquisto è legato a interventi di recupero del patrimonio edilizio. Prevista la detrazione Irpef del 20% da ripartire in 10 anni, calcolata su un importo massimo complessivo di 10mila euro per acquisti da sostenere entro il 31 dicembre 2009.

Credito al consumo.
Affidate al Dm Economia previsto dal decreto anti-crisi (Dl 185/2008, convertito dalla legge 2/2009) le modalità per favorire l’intervento di Sace spa nella prestazione di garanzie per agevolare la concessione di finanziamenti per l’acquisto di autoveicoli, motoveicoli e veicoli commerciali agevolati dai bonus del decreto per rimettere in moto i consumi.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE

Distretti industriali. Nei distretti industriali viene introdotta la fiscalità di distretto che consentirà alle imprese di optare per la tassazione di distretto ai fini dell’Ires. Il carico tributario, spiega il ministero per lo sviluppo economico, sarà determinato dal distretto in base a criteri di trasparenza. Parità di trattamento delle imprese sulla base di principi di mutualità.

Rivalutazione degli immobili.
Riduzione della misura dell’imposta sostitutiva prevista per ottenere il riconoscimento fiscale dei maggiori valori iscritti in bilancio sugli immobili (riduzione dal 7 al 3% per gli immobili ammortizzabili e dal 4 all’1,5% per gli immobili non ammortizzabili).

VIA I Il Sole 24 Ore

> Federico Rossi (157 Articoli)
Sociologo e giornalista con la passione per la sostenibilità ambientale e un passato da selezionatore del personale per una multinazionale. Dal 2006 si diverte lavorando come freelance per diverse agenzie di Milano. Per NoiRisparmiamo si occupa dal 2012 di scovare tutti i fondi statali, gli incentivi e i metodi per pagare meno tasse, oltre a coordinare il lavoro della Redazione.

18 Commenti su TUTTI GLI INCENTIVI STATALI SU ARREDAMENTI, ELETTRODOMESTICI, AUTO, MOTO

  1. volevo sapere se è vero che acuistando un frigorifero A+ e usufruendo della dertrazione fiscale la garanzia dell’elettrodomestico passa da 2 a un anno . grazie per l’attenzione

  2. Claudia Mejia // gennaio 18, 2010 a 8:38 pm // Rispondi

    ho aquistato una cucina componibile di elettrodomestici all’inizio del 2010 come posso fare per avere l’incentivo statale della finanziaria del 2010. grazie

  3. Redazione NoiRisparmiamo // gennaio 18, 2010 a 8:45 pm // Rispondi

    L’incentivo alle ristrutturazioni si estende solo all’acquisto di mobili ed elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, cucine, lavastoviglie, tv e così via) AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA (quindi no per gli elettrodomestici al di sotto della categoria A+), e SOLO se l’acquisto è legato a interventi di recupero del patrimonio edilizio. E’ prevista la detrazione Irpef del 20% da ripartire in 10 anni, calcolata su un importo massimo complessivo di 10mila euro per acquisti da sostenere entro il 31 dicembre 2009. Basta portare le ricevute di acquisto al commercialista che le detrarrà dal 740 🙂

  4. ratti fausto // marzo 13, 2010 a 5:15 pm // Rispondi

    ho acquistato una cucina del valore di
    € 6000,00 nel febbraio 2010 senza eletrodomestici (ho recuperato quelli vecchi)ho diritto all’incentivo? Grazie per la risposta. Ratti Fausto

  5. no perché l’incentivo è proprio sugli elettrodomestici, sul passaggio a categorie che consumano meno energia, non sui pensili

  6. Piu chiaro? Es: se io compro ad aprile 2010 una nuova cucina, con elettrodomestici a basso consumo, avro una detrazione ulteriore di 20%? Nonostante non sarà nessun recupero edilizio.. O gli incentivi sono validi solo per acquisti fatti entro dic 2009 e solo in caso do ristrutturazione?
    Grazie

  7. devo installare una casa prefabbricata,di 45mq sarà antisismica,avrà certificazione energetica,e i vari impianti impianti certificati anchessi,ma sarà classificata come magazzino,e non come abitazione,[per ora]Gradirei sapere se posso beneficiare del decreto per gli incentivi discussi o approvati ieri dal governo.Vi ringrazio,e saluto cordialmente

  8. ma la acquista e fa eseguire i lavori come privato o come azienda? Come privato non ci sono incentivi previsti in questo caso particolare a meno che non rientri in un piano più ampio di ristrutturazione dell’immobile principale a cui il magazzino è annesso

  9. devo installare una casetta di 45mq prefabbricata con tutte le certificazioni per legge richieste ma per ora verrà classificata come magazzino uso mio privato,gradirei sapere se posso beneficiare degli incentivi discussi o approvati ieri dal governo.Vi ringrazio e Vi saluto cordialmente

  10. Come già risposto sopra, nel caso del privato non ci sono incentivi previsti in questo caso particolare a meno che non rientri in un piano più ampio di ristrutturazione dell’immobile principale a cui il magazzino è annesso

  11. vorrei acquistare una cucina di 4500 euro compresi elettrodomestici, cosa devo fare per avere gliincentivi? chi me la vende chi deve contattare per detrarmi l’incentivo? grazie

  12. Ho acquistato una cucina con eletttrodomestici a basso consumo del valore di 5000 euro all’inizio di febbraio 2010.
    Come devo muovermi, se ne ho diritto, per ottenere gli incentivi?
    vi ringrazio

  13. ho acquistato un forno ad incasso classe A
    IL 20/03/2010 ; cè una detrazione del 20% come i frigoriferi,grazie,distinti saluti ANGELO

  14. puzo salvatore // aprile 15, 2010 a 4:41 pm // Rispondi

    sto per acquistare una villa in fase di costruzione in classe energetica B vorrei sapere se mi spetta l incentivo .E se si come si fa ad averlo .grazie

  15. Redazione NoiRisparmiamo // aprile 15, 2010 a 5:16 pm // Rispondi
  16. Ciao a tutti, ho appena acquistato una cucina nuova con gli elettrodomestici, ma non ho incluso il frigorifero che l’ho comprato a parte… e quelli dell’arredamento mi hanno detto che non posso usufruire dell’incentivo statale in quanto non ho comprato da loro il frigo. Ma la Cappa,il piano cottura il forno e la lavastoviglie l’ho presa… come mai non mi danno lo stesso l’incentivo??????????? solo perchè non ho preso il frigorifero????

  17. Salve, quale ragioniere della ditta ho svolto diverse pratiche per l’eco-incentivo, ma tutte per cucine nuove; ora si presenta il caso di una cucina (con relativi elettrodomesti che rispondono ai requisiti richiesti) che abbiamo in esposizione da qualche mese. E’ possibile accettare la richiesta di eco-incentivo del cliente? Su un forum ad una richiesta del genere hanno dato la seguente risposta: “sì purchè nuova e non già acquistata dal venditore a suo nome”…che vuol dire? Frazie, saluti. Michele.

  18. sto acquistando in questi giorni una cucina nuova completa di elettrodomestici classe A e rottamo la vecchia il venditore mi dice che sono finiti i fondi per gli incentivi è vero????? grazie

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*